ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bielorussia, manifestazioni contro la "tassa sulla disoccupazione"

Lettura in corso:

Bielorussia, manifestazioni contro la "tassa sulla disoccupazione"

Bielorussia, manifestazioni contro la "tassa sulla disoccupazione"
Dimensioni di testo Aa Aa

La discussa legge che tassa chi non lavora abbastanza ha di nuovo spinto alla protesta migliaia di bielorussi. A Babruysk una mobilitazione civile è stata l’occasione per chiedere le dimissioni del governo, nonostante il presidente Lukashenko, sotto l’onda della protesta, abbia annunciato una nuova versione della legge.

“Fa presto a parlare lui, e a dire: andate a lavorare… Cercare un lavoro è difficile, e come viviamo nel frattempo? Non lo so. Dobbiamo pagare l’affitto, per mangiare, per muoverci…”

“Sono sicura che se tutti scendessimo per strada cambieremmo il governo e tutto andrebbe meglio. Se oggi abbiamo timori noi domani li avranno i nostri figli. Bisogna capirlo, la gente venga fuori…”

La legge voluta da Lukashenko contro i “parassiti sociali” prevede il pagamento di 250 dollari di tassa da parte di chi non ha lavorato almeno sei mesi nell’anno precedente: una somma enorme in un paese in cui il salario medio ammonta a 380 dollari al mese.