Bashar al-Assad: "Gli Stati Uniti sono degli invasori"

Bashar al-Assad: "Gli Stati Uniti sono degli invasori"
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente siriano accusa Washington di aver inviato le proprie truppe senza alcun permesso

PUBBLICITÀ

Bashar al-Assad torna davanti alle telecamere. In un’intervista rilasciata a una televisione cinese, il presidente siriano ha definito invasori Stati Uniti e Turchia che, senza alcuna autorizzazione, hanno dispiegato le proprie truppe in Siria.

Il capo di Stato ha poi parlato della presidenza Trump sostenendo che finora non si è visto alcunché di concreto nella lotta contro il sedicente Stato Islamico, ma soltanto tanta retorica.

I soldati statunitensi stanno combattendo al fianco dei miliziani delle Forze democratiche siriane per la riconquista di Raqqa, considerata la roccaforte dell’ISIL. La stessa cosa stanno facendo le truppe di Damasco, appoggiate dalla Russia, avanzando verso la sponda occidentale dell’Eufrate.

Bashar al-Assad non ha escluso un attacco in parallelo a Deir al-Zor, nell’est del Paese, quasi al confine con l’Iraq. La provincia resta completamente sotto il controllo degli estremisti di matrice islamica.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Siria: attacco aereo su un mercato, diversi morti

Dall'Iraq missili contro base statunitense in Siria, Khamenei parla dell'attacco iraniano a Israele

Iran-Israele, il conflitto è diretto: il pericolo di missili, raid e arsenali nucleari