Lunedì inizia la tregua nelle zone separatiste dell'est dell'Ucraina. L'accordo con la Russia siglato a Monaco di Baviera

Lunedì inizia la tregua nelle zone separatiste dell'est dell'Ucraina. L'accordo con la Russia siglato a Monaco di Baviera
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Poroshenko intanto accusa Mosca di violazione del diritto internazionale

PUBBLICITÀ

Ucraina e Russia raggiungono un nuovo accordo perché riprenda la tregua nelle
zone separatiste nell’est del Paese. Il nuovo cessate il fuoco, che inizierà lunedi, è stato deciso in una riunione a margine della Conferenza Internazionale di Monaco di Baviera sulla sicurezza.

L’accordo giunge dopo gli scontri delle ultime settimane tra i militari ucraini e le milizie separatiste.

“Il gruppo di contatto – dice il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov – ancora una volta ha convenuto che il 20 febbraio inizierà il cessate il fuoco e inizierà anche
il ritiro dei mezzi militari pesanti. Abbiamo attivamente sostenuto questa decisione”.

“Somehow, when we are blamed, no one asks for any facts. I have seen no facts”, Sergey V. Lavrov, Russian Minister of Foreign Affairs #MSC17pic.twitter.com/RxTfQA2C4f

— Security Conference (@MunSecConf) February 18, 2017

L’applicazione della nuova tregua, tuttavia, è ben lungi dall’essere una certezza: finora infatti i separatisti filo-russi non hanno commentato l’accordo.

Per Sigmar Gabriel, capo della diplomazia tedesca, l’attuazione degli accordi di Minsk è urgente: “Ci incontreremo ancora tra poche settimane in preparazione del processo politico, che sarà il compito più difficile. Ma senza un cessate il fuoco e senza la deposizione delle armi pesanti sarà impossibile mettere in moto il processo politico”.

Intanto il presidente ucraino Poroshenko, durante l’incontro con il vicepresidente degl Stati Uniti Mike Pence, ha accusato la Russia di violazione del diritto internazionale: con un decreto presidenziale Mosca ha risconosciuto i passaporti rilasciati nelle regioni separatiste dell’est dell’Ucraina.

Україна і питання Криму залишається серед пріоритетів для нової Адміністрації США. Про це йшлося під час зустрічі з mike_pence</a> <a href="https://t.co/ZUQlT7yIn5">pic.twitter.com/ZUQlT7yIn5</a></p>&mdash; Петро Порошенко (poroshenko) February 18, 2017

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: rotazione dei battaglioni, premiati alcuni soldati a Kiev

Guerra in Ucraina: Berlino invia Patriot a Kiev, aumentano i bambini uccisi negli attacchi

Guerra in Ucraina, Mosca dichiara agente straniero un giornalista della Bbc