Afghanistan: uccisi membri della Croce Rossa

Afghanistan: uccisi membri della Croce Rossa
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dopo l'attacco contro un convoglio della croce Rossa, Ginevra interrompe "sine die" le operazioni in Afghanistan

PUBBLICITÀ

Sei membri del Comitato internazionale della Croce Rossa sono stati uccisi in
Afghanistan mentre altri due risultano dispersi. Indiziati i jihadisti dell’Isis che potrebbero aver rapito le persone mancanti.

La Croce Rossa ha twittato “siamo scioccati e devastati. Confermiamo che sei membri dello staff dell’organizzazione internazionale sono stati uccisi e due risultano dispersi nella provincia di Jawzjan”.

Funzionari locali hanno precisato che un commando di origine sconosciuta ha attaccato il convoglio della Croce rossa nel distretto di Qosh Tapa.

Stupore e smarrimento nelle parole del direttore generale della Croce Rossa: “I fatti sono accaduti in una regione che conosciamo molto bene. I colleghi uccisi erano esperti. Lo shock è fortissimo per quello che ciò può rappresentare per i nostri progetti in Afghanistan. Non riesco a credere che si possa attaccare un convoglio della Croce Rossa”.

I talebani si sono subito smarcati respingendo ogni loro responsabilità nell’operazione, ma il danno è ormai fatto, e Ginevra ha sospeso tutte le operazioni nel Paese in attesa di garantire una maggiore sicurezza ai suoi effettivi. Di questo soffrirà soprattutto la popolazione civile afghana.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Sydney: sette morti nell'attacco in un centro commerciale, escluso terrorismo

Arrestato a Roma un uomo affiliato all'Isis: usava diverse identità per sfuggire alla cattura

Allerta terrorismo, misure straordinarie a Roma: focus sul Vaticano per il Venerdì santo e la Pasqua