Trump: ambasciata Usa da Tel Aviv a Gerusalemme

Trump: ambasciata Usa da Tel Aviv a Gerusalemme
Di Andrea Neri Agenzie:  Reuters, Afp, Ansa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La mossa che nessun Presidente degli Stati Uniti aveva mai avviato dalla creazione di Israele.

PUBBLICITÀ

La mossa che nessun Presidente degli Stati Uniti aveva mai avviato dalla creazione di Israele. L’amministrazione Trump ha annunciato il piano di spostare la propria ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme. La Casa Bianca parla di “fasi iniziali della discussione con Israele” per lo spostamento dell’ambasciata.

Ma la sola ipotesi è sufficiente ad allarmare la parte palestinese. Il Presidente Mahmoud Abbas considera l’installazione dell’ambasciata a Gerusalemme una linea rossa che non può essere varcata: “Diciamo al Signor Trump che speriamo non voglia spostare l’ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme perché dal punto di vista di Israele Gerusalemme è una città unificata, ma questo è falso ed illegale” ha detto Abbas. “Inoltre, spostare l’ambasciata sarebbe una mossa prematura che potrebbe innescare nuovi eventi destinati ad ostacolare il processo di pace”.

Per i palestinesi l’apertura dell’ambasciata statunitense a Gerusalemme significherebbe l’accettazione da parte di Washington dell’occupazione israeliana della parte palestinese della città. Lo Stato Ebraico considera Gerusalemme sua capitale “unica e indivisibile” ma nessun Paese vi ha mai collocato la propria rappresentanza (Costa Rica e El Salvador, che mantenevano un’ambasciata a Gerusalemme, l’hanno chiusa nel 2006).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele. Netanyahu: via libera a nuove costruzioni a Gerusalemme Est

Israele risponde agli inviti alla moderazione: "Colpiremo l'Iran, al momento giusto"

Vendetta, geopolitica e ideologia: perché l'Iran ha attaccato Israele