This content is not available in your region

Dieselgate, spunta un colpevole

Access to the comments Commenti
Di Michela Monte
Dieselgate, spunta un colpevole

Nel processo al dieselgate spunta il nome di un colpevole. Un ingegnere di Volkswagen, James Liang, 62 anni, è stato accusato di essere “direttamente” implicato nello sviluppo del sistema in grado di frodare i test antinquinamento statunitensi.

Secondo quanto rivelato da una fonte anonima e vicina agli inquirenti, Liang, un veterano della casa tedesca, si è dichiarato colpevole davanti al giudice della corte federale di Detroit e ora rischia fino a cinque anni di carcere.

Volkswagen ha rivelato a settembre 2015 di avere installato in 11 milioni di veicoli diesel nel mondo tale sistema in grado di aggirare in maniera truffaldina i controlli.