EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Iraq: i sostenitori di Moqtada al Sadr irrompono in parlamento

Iraq: i sostenitori di Moqtada al Sadr irrompono in parlamento
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tensione alle stelle a Baghdad, dove i sostenitori dell’imam sciita radicale, Moqtada al Sadr, hanno fatto irruzione nel parlamento iracheno. Dopo

PUBBLICITÀ

Tensione alle stelle a Baghdad, dove i sostenitori dell’imam sciita radicale, Moqtada al Sadr, hanno fatto irruzione nel parlamento iracheno. Dopo aver protestato per il secondo giorno consecutivo al limite della Zona verde della capitale, migliaia di manifestanti sono riusciti a sfondare le barriere e a irrompere nell’area dove hanno sede le principali istituzioni governative.

A scatenare l’ira dei sadristi il nuovo nulla di fatto in Parlamento che, ancora una volta, non è riuscito a votare la fiducia al nuovo governo tecnico proposto dal premier sciita, Haider al Abadi. “Tutti i ministri devono essere cambiati”, ha detto Al-Sadr invitando i suoi sostenitori a proseguire pacificamente la protesta.

Una rivolta simile era già scoppiata lo scorso marzo, ma i sadristi, in quell’occasione, non fecero irruzione in parlamento.

Hundreds of protesters storm Iraq's parliament https://t.co/Qv4hViFzUhpic.twitter.com/hAuVGC22L1

— The WorldPost (@TheWorldPost) 30 aprile 2016

Hundreds of supporters of Shia cleric Moqtada al-Sadr storm #Iraq parliament https://t.co/UpUtdEZefhpic.twitter.com/17zl29P0XZ

— Shibley Telhami (@ShibleyTelhami) 30 aprile 2016

Protesters inside #Iraq's #parliament demand out-rooting of corrupt ministers. pic.twitter.com/YJ3dqQeSMR

— Rudaw English (@RudawEnglish) 30 aprile 2016

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Iraq, parlamento approva la legge per criminalizzare l'omosessualità: fino a 15 anni di reclusione

Iraq, attacco contro una base militare: un morto e otto feriti

Medio Oriente: gli Stati Uniti attaccano milizie filo-iraniane in Iraq e Siria