EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

LuxLeaks, oggi a processo Deltour e Perrin

LuxLeaks, oggi a processo Deltour e Perrin
Diritti d'autore 
Di Andrea Neri
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Si apre oggi in Lussemburgo il processo del caso LuxLeaks. Davanti ai giudici del Granducato l’informatore Antoine Delcourt e il giornalista Edouard

PUBBLICITÀ

Si apre oggi in Lussemburgo il processo del caso LuxLeaks. Davanti ai giudici del Granducato l’informatore Antoine Delcourt e il giornalista Edouard Perrin, accusati d’aver diffuso dati riservati che dimostrarono come il gigante della consulenza fiscale PwC mettesse a punto, in collaborazione con il governo lussemburghese, accordi fiscali occulti per 340 aziende e multinazionali (tra cui le italiane Fiat, Finmeccanica, Intesa San Paolo, Unicredit, Banca Marche, Banca Sella).

“Il ruolo svolto dagli informatori è cruciale nel mettere a nudo corruzione ed abusi di potere in tutto il mondo” sottolinea tuttavia il Direttore di Transparency Internationale Carl Dolan. “Quel che fece Deltour fu chiaramente di pubblico interesse, rendendo note le agevolazioni fiscali segretamente concesse dal governo lussemburghese ad una serie di grandi aziende a livello globale”.

Il caso esplose poco dopo che il Premier lussemburghese Jean-Claude Juncker aveva raccolto il testimone come Presidente della Commissione Europea. Gli elementi dell’inchiesta giornalistica basata sulle rivelazioni di Deltour andarono in onda una prima volta nel 2012 sulla televisione francese.

Il vero e proprio caso denominato LuxLeaks fu rivelato, nella sua completezza, a novembre 2014 dall’International Consortium of Investigative Journalists. Juncker si salvò allora da un voto di sfiducia. Deltour e Perrin rischiano un massimo di 5 anni di prigione e multe fino a 1,25 milioni di euro.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Che cos'è il Luxleaks

Luxleaks, l'avvocato di Deltour:"Gli informatori difendono la democrazia"

Lussemburgo: acceso dibattito sul divieto di "chiedere l'elemosina"