EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Nagorno Karabakh: Mosca impegnata nella mediazione

Nagorno Karabakh: Mosca impegnata nella mediazione
Diritti d'autore 
Di Eri Garuti
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Diplomazia al lavoro per consolidare il cessate il fuoco nel Nagorno Karabakh. Russia, Turchia e Iran partecipano ai colloqui sulla crisi che è

PUBBLICITÀ

Diplomazia al lavoro per consolidare il cessate il fuoco nel Nagorno Karabakh.
Russia, Turchia e Iran partecipano ai colloqui sulla crisi che è tornata a contrapporre Armenia e Azerbaijan.

Il premier di Mosca Dmitri Medvedev ha incontrato a Erevan il suo omologo armeno Hovik Abrahamyan.

“Questa situazione sta sollevando senza dubbio grande preoccupazione” ammette Medvedev. “Speriamo che il cessate il fuoco tenga. E speriamo che il processo politico, col contributo di molti, riprenda. Sono i diplomatici e non i militari che dovrebbero occuparsi di sistemare la questione.”

Nel frattempo il ministro degli esteri russo Lavrov ha avuto incontri con autorità di Teheran e Baku.

Il capo della diplomazia dell’Azerbaijan, Elmar Mamedyarov, non si mostra ottimista.
“Lo status quo – dice – è non solo insostenibile, è inaccettabile. E presto sarà riproposta l’idea ingenua, che qualcuno ha sempre avuto, che si possa continuare così per sempre o per un lungo periodo, ma ci saranno ancora più scontri.”

Le diverse visioni sul futuro della regione separatista dell’Azerbaijan restano distanti.
Anche se il cessate il fuoco sarà rispettato, questa rimarrà solo la prima di una serie di questioni da risolvere.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nato: per Stoltenberg l'Occidente deve ridurre le restrizioni sulle armi all'Ucraina

Armenia, proteste contro il governo per i villaggi ceduti all'Azerbaigian

Guerra in Ucraina, salgono a 16 le vittime dell'attacco russo su un negozio a Kharkiv