Siria, rientrano le armi russe. Ma Mosca non esce di scena: "Chi resta è operativo"

Siria, rientrano le armi russe. Ma Mosca non esce di scena: "Chi resta è operativo"
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Continua il ritiro delle forze russe dalla Siria. In nottata tre elicotteri pesanti d’assalto hanno lasciato la base di Hmeymim a bordo degli

PUBBLICITÀ

Continua il ritiro delle forze russe dalla Siria. In nottata tre elicotteri pesanti d’assalto hanno lasciato la base di Hmeymim a bordo degli spaziosi Antonov 124.

Ai primi del mese il presidente Putin aveva annunciato il rientro di buona parte del contingente, dopo cinque mesi di sostegno all’esercito di Damasco.

La decisione di Mosca tuttavia, non significa che le forze russe escano dallo scenario siriano.

Un portavoce del Cremlino ha chiarito che “il personale che resterà sul terreno resterà attivo, con la capacità, al bisogno, di intervenire in ogni momento per sgominare un attacco o per raggiungere un determinato obiettivo”.

Ultima operazione, in ordine di tempo, per le forze aeree russe è stato il sostegno ai militari siriani nella riconquista di Palmira.

Un risultato che lo stesso presidente russo ha definito di importanza decisiva nella prospettiva di una sconfitta definitiva del califfato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Siria: attacco aereo su un mercato, diversi morti

La madre di Navalny denuncia le autorità russe: "Datemi la salma di mio figlio"

La Russia zittisce Radio Free Europe: "Organizzazione indesiderabile"