Paesi Bassi: centro d'accoglienza contestato

Paesi Bassi: centro d'accoglienza contestato
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Scontri e arresti a una manifestazione anti-immigrati nei Paesi Bassi. La protesta, lunedì sera, riguardava in particolare la realizzazione di un

PUBBLICITÀ

Scontri e arresti a una manifestazione anti-immigrati nei Paesi Bassi.

La protesta, lunedì sera, riguardava in particolare la realizzazione di un centro d’accoglienza per 500 richiedenti asilo nella cittadina di Heesch.
La polizia antisommossa è intervenuta e ha fermato tre dimostranti tra coloro che lanciavano uova e petardi contro gli agenti.

“Quando non possono liberarsi di questo problema all’Aja, lo spostano qui da noi” sostiene un manifestante. “Ma neanche noi vogliamo i migranti, possono tenerseli all’Aja o a Bloemendaal, non nel nostro paesino di agricoltori, non a casa nostra. Se violentano mia figlia, qui non ci saranno 500 poliziotti per proteggerla.”

“Penso solo che 500 siano troppi” dichiara una ragazza. “Avrò troppa paura per uscire per strada. Non oserò più farlo.”

Heesch conta circa 13.000 abitanti.
Il progetto di costruzione del centro non è ancora stato approvato definitivamente.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Paesi Bassi: l'estrema destra di Wilders primo partito. Sorpresa dagli exit poll

Paesi Bassi: gli exit poll danno in vantaggio l'estrema destra di Wilders

Elezioni nei Paesi Bassi: quattro partiti testa a testa, sfida tra Wilders e Yeşilgöz-Zegerius