EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Siria: Isil rapisce 400 persone a Dayr al-Zour

Siria: Isil rapisce 400 persone a Dayr al-Zour
Diritti d'autore 
Di Daniela Castelli
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

“Li hanno uccisi casa per casa”, riferiscono gli attivisti siriani. Damasco parla di almeno 300 persone uccise a Dayr al-Zour, mentre l’Osservatorio

PUBBLICITÀ

“Li hanno uccisi casa per casa”, riferiscono gli attivisti siriani. Damasco parla di almeno 300 persone uccise a Dayr al-Zour, mentre l’Osservatorio siriano per i diritti umani (Ondus) racconta di 400 persone sequestrate tra cui molte donne e bambini, tutti musulmani sunniti, come i militanti dell’Isil.

La Siria è martoriata da attacchi suicidi e rappresaglie nei confornti soprattutto dei sostenitori del governo di Assad. Il primo ministro Wael al-Halaqi condanna la barbarie, dicendo che la responsabilità ricade sulle spalle di tutti gli Stati che sostengono il terrorismo.

I jihadisti hanno fatto strage in due sobborghi controllati dal regime siriano alla periferia della città di Dayr al-Zour e ucciso almeno 150 persone a Raqqa. Immediata la risposta delle forze governative siriane con attacchi aerei e artiglieria pesante.

L’aeronautica russa ha fornito aiuti umanitari ai civili intrappolati nella città di Dayr al-Zour.

L’Osservatorio stima che l’Isil controlli attualmente il 60% della città e che circa 200mila persone vivano sotto assedio in aree controllate dal governo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Malawi, i funerali di Stato del vicepresidente Chilima: il presidente chiede indagine indipendente

Grecia: tre turisti scomparsi trovati morti in una sola settimana sulle isole greche

Terrorismo in Francia: arrestato ucraino filorusso, stava preparando un ordigno esplosivo