Terrorismo: ridotto livello allerta a Bruxelles, la caccia continua

Terrorismo: ridotto livello allerta a Bruxelles, la caccia continua
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Una giornata che non si può definire tranquilla, per il Belgio, anche se l’allerta per Bruxelles scende di un livello, a tre, come per il resto del

PUBBLICITÀ

Una giornata che non si può definire tranquilla, per il Belgio, anche se l’allerta per Bruxelles scende di un livello, a tre, come per il resto del Paese.
Nella capitale belga è stata evacuata la grande Moschea, per timore di un attacco all’Antrace. La busta ritrovata conteneva invece soltanto farina.

Nel frattempo si è saputo che un giovane Imam di Anversa, fin qui considerato moderato, è ora in Siria.
Frequentava tre moschee, i cui fedeli ora vengono monitorati.

Prosegue intanto la caccia ai due fuggitivi: Salah Abdeslam, l’uomo che si ritiene abbia lasciato il Bataclan abbandonando la sua cintura esplosiva, e Mohammed Abrini, che era insieme a lui due giorni prima dell’attentato.

I due, ma anche i fratelli Abaaoud, erano in una lista di 85 sospetti che il coordinamento anti-terrorismo belga aveva inviato al borgomastro di Molenbeek, il quartiere di Bruxelles in cui vivevano.

“Gli individui in quella lista – conferma il borgomastro – erano sospetti jihadisti. È necessario in questi casi seguire delle procedure per non rischiare l’arbitrarietà. Noi abbiamo risposto per quello che è il nostro compito, poi spetta alle autorità di polizia federale procedere con le identificazioni e gli arresti”.

Si tratta di liste elaborate ogni due mesi, ed inviate ai sindaci e ai capi delle polizie locali a scopo informativo. Abrini era segnalato in quanto rientrato dalla Siria, ma risultava che non vivesse più nel quartiere, mentre Salah Abdeslam risultava “in via di radicalizzazione”.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Morte Navalny: la vedova pronta a prendere il testimone di Alexei, migliaia in piazza a Roma

La Nato spende un altro miliardo di dollari per le munizioni

Manifestazioni pro-Palestina in tutta Europa per chiedere il cessate il fuoco a Gaza