Al via vertice su Siria, Russia vuole invitare opposizione a Damasco

Al via vertice su Siria, Russia vuole invitare opposizione a Damasco
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Si è aperta a Vienna la riunione multilaterale sulla Siria: una ventina di Paesi cerca di trovare una soluzione per porre fine al conflitto. Il

PUBBLICITÀ

Si è aperta a Vienna la riunione multilaterale sulla Siria: una ventina di Paesi cerca di trovare una soluzione per porre fine al conflitto. Il segretario di Stato statunitense John Kerry al suo arrivo ha affermato di essere “fiducioso” sulla possibilità di un accordo, pur considerando i negoziati “molto difficili”.

Il destino del presidente Bashar Al Assad è tra i punti principali, la Francia ribadisce la sua posizione ossia l’uscita di scena immediata del leader siriano. “Occorre lottare con maggiore efficacia contro i terroristi dell’Isil e di Jahbat al-Nosra”, afferma il ministro degli Esteri francese, Laurent Fabius. “Poi occorre orrganizzare la transizione politica e ovviamente Bashar al-Assad, che è responsabile di gran parte del dramma siriano, non può essere considerato come parte del futuro della Siria”.

Per la prima volta a una conferenza internazionale sulla Siria è presente l’Iran, che sostiene il regime di Assad. Russia e Arabia Saudita hanno chiesto che gruppi di opposizione a Damasco vengano invitati ai colloqui. Mosca ha fatto sapere di sostenere la partecipazione dell’esercito siriano libero e dei curdi.

Daleen Hassan, euronews: “La riunione di Vienna, dove sono stati invitati tutti gli attori regionali e internazionali eccetto i siriani, comincia tra un modesto ottimismo. La domanda adesso è se questo vertice riesca a tracciare una road map per una soluzione pacifica in Siria, o si riveli come le precedenti riunioni internazionali, ossia incapace di ottenere un risultato efficace e di fermare il conflitto in corso da quattro anni in Siria”.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nigeria: dieci anni fa il rapimento di 276 studentesse da parte di Boko Haram

Russia: uccisi due terroristi che organizzavano attacchi

Arrestato a Roma un uomo affiliato all'Isis: usava diverse identità per sfuggire alla cattura