MH17: il ministro degli Esteri Russo chiede l'intervento del Tribunale dell'Onu

MH17: il ministro degli Esteri Russo chiede l'intervento del Tribunale dell'Onu
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L’Ucraina continua ad attribuire alla Russia la reponsabilità dell’abbattimento del volo MH17. Dopo che il rapporto della Commissione d’inchiesta

PUBBLICITÀ

L’Ucraina continua ad attribuire alla Russia la reponsabilità dell’abbattimento del volo MH17. Dopo che il rapporto della Commissione d’inchiesta internazionale ha confermato che il volo è stato abbattuto da un missile Buk e che la Russia ha nuovamente negato il proprio coinvolgimento nella vicenda, il ministro degli Esteri ucraino, Pavlo Klimkin, ha chiesto che venga svolta una nuova inchiesta dal Tribunale delle Nazioni Unite.
Questo quello che ha dichiarto durante una conferenza stampa alle Nazioni Unite: “Troveremo altre soluzioni, sia per assicurare i responsabili alla giustizia, sia per trovare le prove che la Russia è uno stato che sponsorizza il terrorismo”.

Da parte sua la Russia chiede che intervenga l’ente internazionale per l’aviazione civile. A bordo del volo della Malaysia Airlines che precipitò nel Donbass nell’agosto del 2014 c’erano 298 persone.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

MH17: la Russia non accetta il rapporto dell'inchiesta internazionale

Guerra in Ucraina: almeno otto morti negli attacchi a Kharkiv, drone in Transnistria

Guerra in Ucraina, a Kharkiv e Zaporizhzhia ancora 200mila residenti senza elettricità