EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Tokyo 2020: scandalo stadio, si dimette il ministro dello sport

Tokyo 2020: scandalo stadio, si dimette il ministro dello sport
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il ministro dello Sport giapponese, Hakubun Shimomura, ha rassegnato le dimissioni. Shimomura, tra i più stretti alleati del premier Shinzo Abe, è

PUBBLICITÀ

Il ministro dello Sport giapponese, Hakubun Shimomura, ha rassegnato le dimissioni. Shimomura, tra i più stretti alleati del premier Shinzo Abe, è stato travolto dallo scandalo sui costi per la costruzione dello stadio Olimpico destinato ai Giochi del 2020, lievitati ad oltre 2 miliardi di dollari. Quasi il doppio del progetto originale.

“Con la questione dello stadio ho causato dei problemi e preoccupazioni a molte persone – ha detto Shimomura in conferenza stampa -. Tutto questo mi ha portato alla decisione di rassegnare le mie dimissioni. E’ una scelta personale e non legata alla volontà del primo ministro”.

Per il Giappone una figuraccia che si aggiunge a quella per il logo ufficiale delle Olimpiadi. Nelle scorse settimane infatti il Comitato di Tokyo 2020 era stato costretto a ritirare il logo creato dal giapponese Kenjiro Sano dopo le accuse di plagio arrivate dal designer belga Olivier Debie.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo: Tokyo Grand Slam, assegnati gli ultimi otto ori dell'anno

Judo, Grand Slam 2024 a Tashkent: finale d'oro in Uzbekistan

Judo, la Francia brilla nel primo giorno del Grand Slam di Parigi