EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

India: la moglie del magnate dei media uccide la figlia per tutelare un passato oscuro

India: la moglie del magnate dei media uccide la figlia per tutelare un passato oscuro
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Sheena uccisa a Mumbay 3 anni fa Anche i ricchi piangono. Anche in India e anche in India uccidono. L’assassinio di Sheena Bora, uccisa a Mumbay

PUBBLICITÀ

Sheena uccisa a Mumbay 3 anni fa

Anche i ricchi piangono. Anche in India e anche in India uccidono.

L’assassinio di Sheena Bora, uccisa a Mumbay, nell’aprile di tre anni fa, continua a tenere alta l’attenzione dei media indiani.
Non solo perché Peter Mukerjea, il tycoon dei media indiani, è indirettamente coinvolto in quello che resta ancora un fitto mistero.
Ma anche per i colpi di scena più impensati che si susseguono.

Watch: Sheena Bora murder case – the story so far http://t.co/Zjh7ksuvof

— Zee News (@ZeeNews) 27 Agosto 2015

Indrani, madre della vittima

Al momento i principali accusati dell’omicidio della 24 enne sono la madre, Indrani Mukerjea, sposata al magnate dei media indiani, e il suo secondo marito Sanjeev Khanna.
Ci sarebbe anche un terzo accusato, l’ex autista della donna che avrebbe confessato di averla aiutata a trasportare il cadavere.

La polizia ha reso noto che Indrani era la madre di Sheena, anche se l’aveva presentata al suo entourage come sorella minore.

Indrani disapprovava la relazione che la figlia aveva da quasi un anno con il figlio di Peter, Rahul, suo attuale marito.

Sheena Bora murder: Ex-lover Rahul Mukerjea, brother Mikhail quizzed http://t.co/vpwSPfcW1r

— Times of India (@timesofindia) 27 Agosto 2015

Le accuse di Mikhail contro IndraniA confermarlo anche il figlio maschio di Indrani e fratello di Sheena, Mikhail.
Principale accusatore della madre, questi dice che alle sue domande sulla sorella, nell’aprile di tre anni fa, Indrani rispondeva in modo vago, dicendo che si era trasferita in America per studi e che non voleva avere contatti con il fratello.

Anche Mikhail era stato presentato agli amici della donna come un suo fratello.

La polizia cerca di verificare l’autenticità dell’email con cui la giovane si dimetteva dal Mumbai Metro nel 2012, anno in cui venne uccisa. Sheena sparì presso il National College, alla periferia occidentale di Mumbay.
Città dove, era arrivata insieme alla madre negli anni Novanta dove aveva terminato gli studi in economia.

Peter Mukerjea si dice sotto shock per i particolari che emergono dalla vicenda; era convinto che Sheena fosse effettivamente la sorella della moglie.

Passato oscuro

A svelare questo particolare Mikhail che resta il principale accusatore della madre.
“E`lei che l’ha uccisa e so anche perché. Aspetto però che confessi”.

Stando a indiscrezioni la donna avrebbe già ammesso le proprie responsabilità sotto interrogatorio.

Sul movente permangono dubbi.
La pista più accreditata è che la donna avesse mentito a Peter Mukerjea sul suo passato.

Blackmail, money or honour? The various theories about Sheena Bora's murder http://t.co/ZrW2NJZhr6pic.twitter.com/ubPEVzw653

— Firstpost (@firstpost) 27 Agosto 2015

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Austria, la criminalità a Vienna potrebbe avere un impatto sulle elezioni europee

Paesi Bassi: armato prende in ostaggio clienti di un bar a Ede, arrestato

Omicidio Don Peppe Diana: il ricordo di Casal di Principe a 30 anni dalla morte