Brasile, Amnesty accusa la polizia: troppi omicidi impuniti da parte di agenti

Brasile, Amnesty accusa la polizia: troppi omicidi impuniti da parte di agenti
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Gli omicidi extragiudiziali da parte della polizia militare nello stato brasiliano di Rio De Janeiro sono stati migliaia negli ultimi dieci anni

PUBBLICITÀ

Gli omicidi extragiudiziali da parte della polizia militare nello stato brasiliano di Rio De Janeiro sono stati migliaia negli ultimi dieci anni, secondo la denuncia contenuta in un rapporto appena pubblicato da Amnesty International.

L’ONG descrive uno scenario allarmante, che riguarda in particolare le favelas come quella di Acari. Qui, Amnesty afferma di aver raccolto prove che, in almeno 9 casi su dieci avvenuti nel 2014, le vittime si erano già arrese, o gli agenti hanno aperto il fuoco senza preavviso e senza essere minacciati.

Vere e proprie esecuzioni, di cui farebbero le spese soprattutto uomini di colore, tra i 15 e i 29 anni.

Nessuna reazione al momento da parte della polizia militare. Ma i sindacati di categoria fanno presente che
anche il numero di agenti uccisi in servizio è molto elevato.

A un anno dalle prossime Olimpiadi che si terrranno in Brasile, Amnesty afferma che spesso i poliziotti dal grilletto facile non sono né indagati né processati.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Brasile: conclusa la visita di Macron, firmati oltre 20 accordi tra i due Paesi

Brasile, Bolsonaro accusato di aver falsificato le certificazioni Covid

Carnevale di Rio: sfilano le squadre di samba