Un anno fa il disastro del volo Mh17, Putin dice no a un tribunale Onu

Un anno fa il disastro del volo Mh17, Putin dice no a un tribunale Onu
Diritti d'autore 
Di Salvatore Falco
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I familiari di 18 vittime fanno causa all'ex comandante dei guerriglieri filorussi

PUBBLICITÀ

Nei giardini del parlamento di Camberra una targa ricorda le 39 vittime australiane del volo MH17. Ad un anno dall’abbattimento del Boeing della Malaysia Airlines sui cieli dell’Ucraina, la morte di 298 persone – in maggioranza olandesi – partite da Amsterdam e dirette a Kuala Lumpur per le vacanze, non ha ancora un colpevole.

La novità è la pubblicazione di questo video girato dopo l’incidente, ma le posizioni restano le stesse: per l’Occidente l’aereo è stato colpito da un missile terra-aria fornito da Mosca ai separatisti, per il Cremlino è stato abbattuto da un jet ucraino.

Un disaccordo che si rinnova con la proposta occidentale di istituire un tribunale internazionale all’Onu, definita “prematura e controproducente” da Vladimir Putin.

La relazione della commissione investigativa internazionale è attesa in ottobre, ma dagli Stati Uniti già parte un procedimento giudiziario: i familiari di 18 vittime chiedono un risarcimento equivalente a 826 milioni di euro al leader separatista filorusso, Igor Girkin.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Malesia Airlines: le famiglie attendono giustizia

Guerra in Ucraina: rotazione dei battaglioni, premiati alcuni soldati a Kiev

Guerra in Ucraina: Berlino invia Patriot a Kiev, aumentano i bambini uccisi negli attacchi