ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Romania, dimissioni per il ministro che ha definito "prostitute" le mogli di romeni emigrati

Lettura in corso:

Romania, dimissioni per il ministro che ha definito "prostitute" le mogli di romeni emigrati

Romania, dimissioni per il ministro che ha definito "prostitute" le mogli di romeni emigrati
Dimensioni di testo Aa Aa

Prima le offese e poi le scuse. Che però non sono bastate. Il ministro dei Trasporti romeno, Ioan Rus, si è infatti dimesso dopo aver definito, in diretta Tv, “prostitute” le mogli dei milioni di romeni emigrati all’estero per lavoro.

A distanza di poche ore il ministro ha spiegato di essersi espresso male e che la sua intenzione era quella di fare una dichiarazione positiva.

Le dimissioni di Rus arrivano in un momento di crisi per il governo. Nei giorni scorsi la maggioranza si è stretta intorno al premier Victor Ponta bloccando l’avvio di un procedimento penale nei suoi confronti. Era sospettato di conflitto di interessi, evasione fiscale, e riciclaggio. Questo venerdì Ponta dovrà comunque affrontare un voto di fiducia che molto probabilmente supererà senza grandi difficoltà.