EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Il piti di Sheki, da piatto contadini a prelibatezza per turisti

Il piti di Sheki, da piatto contadini a prelibatezza per turisti
Diritti d'autore 
Di Sergio Cantone
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La carne d'agnello è alla base di molti piatti nella cucina dell'Azerbaijan. A Sheki diventa piti, un piatto tradizionale cucinato in vasetti di ceramica che stuzzica il palato di locali e viaggiatori.

PUBBLICITÀ

Oggi vi diamo un assaggio di un delizioso piatto tradizionale azero, il piti.

La carne di agnello è alla base di molti piatti, nella cucina dell'Azerbaijan. La si può cucinare in molti modi e ogni provincia o regione ha il suo piatto tipico. Per questa specialità la carne è cucinata con ceci, castagne e, per finire, un ingrediente molto importante: grasso di agnello. Contiene anche zafferano e altre spezie locali. Per preparare il piti viene usato un vasetto di ceramica.

Una volta che il piti arriva sul tavolo però il lavoro non è finito. Il brodo va versato in un piatto separato e spolverato di crespino schiacciato.

"Il piti - svela Zamir Salahov, gestore del ristorante Cennet Bagi - è una delle specialità più antiche di Sheki.È stato creato dai contadini locali perché permetteva loro di mangiare a sazietà. Oggi tutti lo amano".

Il contenuto del vasetto va poi mescolato con la forchetta, e finalmente il nostro buongustaio potrà gustare e apprezzare il suo piti. A sazietà.

Risorse addizionali per questo articolo • Versione italiana e web: Selene Verri

Condividi questo articolo