EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

"Le visite turistiche virtuali scopriranno nuovi luoghi"

In collaborazione con The European Commission
"Le visite turistiche virtuali scopriranno nuovi luoghi"
Diritti d'autore 
Di Claudio Rosmino
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button

Il progetto europeo "Inception" permette di trasformarci tutti in turisti "virtuali", un modo per andare alla scoperta anche di luoghi meno conosciuti e meno accessibili. Per poi, magari, andarci davvero di persona.

"Giacimenti culturali"

Per alcuni studiosi il patrimonio artistico è considerato come un "giacimento culturale".
Questo per far capire l'enorme potenziale che la cultura può avere per l'economia di un paese.

Le moderne tecnologie potrebbero aiutare a colmare il distacco esistente tra questo patrimonio e una parte del pubblico.

Modellazione 3D, realtà virtuale e le metodologie sviluppate dai ricercatori dell'Università di Ferrara, nel contesto del progetto "Inception", rappresentano un'opportunità per esplorare in modo immersivo il patrimonio artistico e architettonico in Europa.

"Una visita con la realtà immersiva si avvicina molto ad una visita reale"

"Visitare virtualmente un luogo non è certo come nella realtà, essere lì, toccarlo, ma la realtà immersiva e la tecnologia digitale consentono di avvicinarsi molto a queste condizioni", spiega l'architetto Roberto Di Giulio, coordinatore del progetto "Inception".

"Ci sono tantissimi siti archeologici, nel nostro paese e in tutta Europa, che sono visitati quasi per niente. Avvicinare molte persone a molti di questi luoghi è fondamentale", aggiunge l'architetto Di Giulio.

Ridurre l'impatto dei turisti

Le visite virtuali potrebbero dare l'opportunità di vedere siti meno conosciuti senza doversi spostare, ma anche contribuire a ridurre l'impatto del turismo di massa, diventato un problema serio per alcune delle mete culturali più celebri.

Journalist • Claudio Rosmino

Condividi questo articolo