EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Vienna, 340mila persone alla Rainbow Parade per i diritti Lgbtq+

La Rainbow Parade di Vienna quest'anno ha visto una grande partecipazione
La Rainbow Parade di Vienna quest'anno ha visto una grande partecipazione Diritti d'autore Theresa Wey/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Theresa Wey/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Di Andrea Barolini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nutrita la partecipazione alla marcia per i diritti Lgbtq+ nella capitale austriaca. Numerosi gli eventi organizzati in città

PUBBLICITÀ

Si è svolta a Vienna la 28esima Rainbow Parade, manifestazione che fa parte del "mese dell'orgoglio gay": una serie di mobilitazioni che si svolgono in numerose nazioni di tutto il mondo per sensibilizzare sulla necessità di garantire diritti ed equità alla comunità Lgbtq.

Nella capitale austriaca, quest'anno, è stata rafforzata particolarmente la sicurezza, con controlli stringenti all'ingresso del Pride Village. Ciò dopo i tre arresti operati lo scorso anno dalle autorità viennesi, che bloccarono un gruppo di persone accusato di pianificare un attacco terroristico.

Rafforzata la sicurezza quest'anno a Vienna

Secondo gli organizzatori, alla marcia di quest'anno hanno partecipato circa 340mila persone. Ma molti altri eventi sono stati organizzati dal 25 maggio scorso. Il Wiener Rathaus, edificio che ospita il Comune della capitale austriaca, ha ospitato il 7 giugno una conferenza, mentre la piazza antistante ha accolto il villaggio.

Numerose inoltre le bandiere arcobaleno apparse nelle strade viennesi, comprese quelle della Wiener Linien, la rete dei trasporti pubblici della città, i cui mezzi sono stati decorati per l'occasione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Vienna si prepara alla Rainbow Parade, la manifestazione per i diritti Lgbtqi+

Elezioni europee, la comunità Lgbtq teme un'ascesa dell'estrema destra

Italia, comunità Lgbt critica il Vaticano per la condanna di maternità surrogata e gender