Anniversario Nato: 75 anni di Alleanza atlantica, le nuove sfide

Il Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg al 75° anniversario dell'Alleanza a Bruxelles
Il Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg al 75° anniversario dell'Alleanza a Bruxelles Diritti d'autore Geert Vanden Wijngaert
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in francese

La Nato celebra il suo 75° anniversario. Creata il 4 aprile 1949 al culmine della Guerra Fredda, l'Organizzazione del Trattato Nord Atlantico riunisce oggi 32 Stati

PUBBLICITÀ

In occasione del 75° anniversario della sua firma, il 4 e 5 aprile il Trattato di Washington sarà esposto presso il quartier generale della Nato a Bruxelles.

Fondata nel 1949 sullo sfondo della Guerra Fredda, l'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico rimane la principale organizzazione militare del mondo. Oggi conta 32 Paesi membri ed è responsabile della sicurezza di oltre un miliardo di persone.

Dalla fondazione dell'Alleanza atlantica a oggi

Il 4 aprile 1949 fu firmato a Washington il Trattato del Nord Atlantico da dodici Paesi europei e nordamericani: Stati Uniti, Canada, Belgio, Danimarca, Francia, Gran Bretagna, Italia, Islanda, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi e Portogallo. Paradossalmente, la Nato ha però condotto le sue prime operazioni militari dopo la fine della Guerra Fredda.

La guerra in Bosnia-Erzegovina, seguita alla disgregazione della Jugoslavia, ha dato luogo al primo impegno militare nella storia della Nato nel 1993. Il 28 febbraio 1994, i caccia della Nato abbatterono quattro aerei da guerra che avevano violato la zona di esclusione imposta dalle Nazioni Unite sulla Bosnia.

Nella sua prima grande operazione di risposta alle crisi, la Nato ha dispiegato 60mila truppe per sostenere l'Accordo di pace di Dayton nel 1995. L'alleanza è intervenuta anche in Kosovo nel 1999.

Nel 2003 l'Alleanza ha anche assunto la guida della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf) in Afghanistan, su mandato delle Nazioni Unite, per aiutare il governo afghano a garantire la sicurezza nella regione.

Nel febbraio 2022, l'invasione su larga scala dell'Ucraina da parte della Russia ha rilanciato il processo di allargamento con l'adesione nel 2023 e ne 2024 alla Nato di Finlandia e Svezia.

La spesa militare della Nato

La spesa per la difesa dei Paesi della Nato è aumentata a un ritmo senza precedenti negli ultimi dieci anni. Se nel 2014 i Paesi europei dell'Alleanza hanno speso l'1,47 per cento del loro Pil combinato per la difesa, questa cifra raggiungerà il 2 per cento nel 2024, secondo il segretario generale dell'Alleanza Jens Stoltenberg.

Per approfondire video in testa all'articolo

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Lituania, festa per i vent'anni dall'adesione alla Nato, Nausėda: "Russia incombe ma non siamo soli"

Serbia: 25esimo anniversario dei bombardamenti della Nato

Indagini in Belgio sulla rete di influenza russa sospettata di aver pagato gli eurodeputati