EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Le proteste degli agricoltori arrivano a Bruxelles

Un centinaio di agricoltori si è radunato davanti al Parlamento europeo di Bruxelles il 24 gennaio
Un centinaio di agricoltori si è radunato davanti al Parlamento europeo di Bruxelles il 24 gennaio Diritti d'autore Virginia Mayo/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Virginia Mayo/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Aida Sanchez Alonso
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un centinaio di agricoltori francesi, olandesi e italiani si sono riuniti davanti al Parlamento europeo per protestare contro le politiche del Green Deal e gli accordi di libero scambio dell'Unione europea

PUBBLICITÀ

Alla manifestazione del 24 febbraio non ha preso parte Copa-Cogeca, la principale organizzazione agricola europea, dato che gli organizzatori non sono suoi membri.

"In Francia come in altri Paesi europei, a decidere non saranno i burocrati, che non hanno idea di quale sia la difficoltà di coltivare buoni prodotti in Francia. E come diciamo nei nostri cartelli, stop alle importazioni selvagge", dice a Euronews Patrick Legras, del collettivo Coordination Rurale.

La destra cavalca le proteste

Negli ultimi mesi è aumentata l’opposizione alle politiche ambientali europee e agli accordi di libero scambio che l'Unione negozia con gli altri Stati, per i timori di significative ripercussioni sul mercato agricolo e quindi sul reddito degli agricoltori. 

I partiti di destra si schierano sempre più spesso al fianco di chi protesta: una tendenza che vale sia per le forze politiche moderate che fanno capo al Partito popolare europeo, sia per la destra radicale.

"Nel nostro caso si tratta di una convinzione politica", dice a Euronews Jorge Buxadé, eurodeputato del partito spagnolo Vox.

"Abbiamo votato contro la Politica agricola comune, che ridurrà gli aiuti ai nostri agricoltori. Il Partito popolare europeo, invece, lo sta facendo per puro calcolo elettorale, perché sta vedendo una mobilitazione sociale in gran parte d'Europa e cerca di approfittarne".

"Il Partito popolare europeo, invece, lo sta facendo per puro calcolo elettorale, perché sta vedendo una mobilitazione sociale in gran parte d'Europa e cerca di approfittarne"
Jorge Buxadé
Eurodeputato di Vox
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Protesta agricoltori: trattori in marcia in mezza Europa, in Francia blocco delle autostrade

Francia, nuove proteste degli agricoltori, Attal risponde: meno burocrazia e tasse sul carburante

Guerra a Gaza: l'Ue evacua 16 bambini bisognosi di cure