This content is not available in your region

Inquinamento: i paesi in via di sviluppo presentano il conto

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  Scott Heppell/Copyright 2021

Mentre la crisi climatica continua a devastare il mondo, i paesi in prima linea cercano un risarcimento finanziario per le crescenti perdite e danni.

Queste pesanti riparazioni climatiche, dicono, dovrebbero provenire dalle tasche delle nazioni ricche occidentali che hanno la responsabilità storica di riscaldare il pianeta.

Un rapporto del 2020 ha rivelato che il Nord globale è responsabile del 92% delle emissioni globali di carbonio in eccesso dall'avvento della rivoluzione industriale, quando la combustione di combustibili fossili è diventata la norma.

I paesi a basso reddito, molti dei quali sono in prima linea nel cambiamento climatico, sono ora colpiti in modo sproporzionato da fenomeni meteorologici estremi, come inondazioni devastanti e siccità più lunghe del solito, anche se il loro contributo alla crisi è stato molto limitato rispetto a quello dell'Occidente.

In risposta, il Sud del mondo vuole che la comunità internazionale istituisca un nuovo fondo per le riparazioni climatiche.

Il denaro dovrebbe essere separato dai 100 miliardi di dollari necessari ogni anno per l'adattamento e la mitigazione del clima perché, a loro avviso, queste perdite e danni sono irreparabili e non verranno ripristinati attraverso alcun progetto o investimento.

Una coalizione di 134 paesi in via di sviluppo, insieme alla Cina, ha spinto a includere le riparazioni nelle conclusioni della COP26, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, ma ha incontrato la resistenza di Stati Uniti ed Europa, che temono che il piano li legherà a infinite rivendicazioni legali .

Un'offerta per istituire una "struttura per il finanziamento di perdite e danni" è stata declassata a "Dialogo sulla finanza per perdite e danni".

Nonostante la battuta d'arresto, il Sud del mondo è determinato a riportare sul tavolo le riparazioni climatiche a novembre, quando leader e negoziatori si incontreranno di nuovo alla COP27 in Egitto.

Guarda il video qui sopra per saperne di più sulle riparazioni climatiche.