La Commissione Europea vuole inchiodare la Russia alle sue responsabilità

Image
Image Diritti d'autore AP
Diritti d'autore AP
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Eurojust, l'Agenzia che europea che coordina la cooperazione giudiziaria dovrebbe essere l'autorità che gestisce la raccolta dei documenti sui crimini di guerra russi in Ucraina

PUBBLICITÀ

L'Unioe Europea vuole che si indaghi sui presunti crimini di guerra commessi dalle truppe russe in Ucraina.

La Commissione Europea ha proposto di rafforzare il mandato di Eurojust... per consentire all'Agenzia europea che coordina la cooperazione giudiziaria di raccogliere e archiviare prove dei crimini di guerra russi, inclusi video, foto o immagini satellitari.

Didier Reynders: commissario Ue alla Giustizia: "Eurojust è il luogo in cui possiamo davvero coordinare l'azione di tutti gli Stati membri attraverso i pubblici ministeri presenti in ciascuno Stato membro, ma anche con partner esterni come l'Ucraina che siede al tavolo con Eurojust".

Eurojust potrà condividere queste informazioni con altre autorità internazionali come la Corte penale internazionale. Questa istituzione ha anche chiesto un cambiamento di approccio metodologico.

Didier Reynders: "C'è una raccomandazione molto chiara della Corte penale internazionale: va evitata la moltiplicazione di documenti. Due esempi: i profughi devono essere interrogati una sola volta, alle vittime non deve essere chiesto di ripetere costantemente davanti a persone diverse ciò che hanno vissuto "Saremo in grado di registrarlo tramite video e inserirlo nella scorta di prove che avremo all'interno di Eurojust. E poi c'è il tema della violenza contro donne e bambini, e in particolare la violenza sessuale".

La proposta della Commissione necessita dell'approvazione del Parlamento e del Consiglio europeo.

Una volta adottata la proposta, il team guidato da Eurojust coollaborerà alle indagini con i procuratori degli 11 paesi dell'UE che già stanno lavorando e con l'Ufficio del procuratore generale ucraino.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Veti sulle tratte di volo, problemi per le compagnie aeree

Russia, raddoppiate le entrate dalla vendita di combustibili fossili all'Unione europea

Stato dell'Unione: i problemi che alimentano la rabbia antidemocratica