Plastica monouso: gli interessi di alcuni settori remano contro la messa al bando

Plastica monouso: gli interessi di alcuni settori remano contro la messa al bando
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il Parlamento europeo voterà mercoledì un testo per vietare le plastiche monouso, ma sono molti gli interessi in gioco e le resistenze dell'industria agroalimentare

PUBBLICITÀ

Ben 25 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica vengono prodotti ogni anno in Europa. Questa la denuncia dagli attivisti che martedi hanno manifestato fuori dal parlamento europeo a Strasburgo. L'Unione europea sta cercando di vietare le materie plastiche monouso, ma alcuni settori fanno pressione affinché vengano protetti i loro interessi, spiega Frederique Ries, eurodeputata liberale belga.

"Ci sono reazioni molto violente da parte alcuni settori in Germania, ad esempio quello dei palloncini, che si riflettono in alcuni degli emendamenti proposti dai miei colleghi".

I deputati voteranno un testo mercoledì. Ma anche se dovesse essere approvato, successivamente sarà necessario far sì che gli stati membri siano d'accordo. Eppure, ciò che forse è ancor più difficile da realizzare, è convincere l'industria a cambiare atteggiamento.

"Bisogna assicurarsi che Coca Cola e le grandi aziende agroindustriali cambino il modo in cui confezionano gli imballaggi e che scarichino meno rifiuti nell'oceano e in natura. Bisogna preservare l'ambiente e la salute umana", affermano gli attivisti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Monouso è la parola dell'anno. Cresce la consapevolezza ambientale

Elezioni europee: il Pse candida Schmit alla presidenza della Commissione

Euronews ti racconta le elezioni europee che decideranno un'epoca