EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Immagini satellitari rivelano nuove colonie di pinguini imperatore in Antartide

Questa foto non datata, fornita dal British Antarctic Survey nel gennaio 2024, mostra dei pinguini imperatore adulti con un pulcino vicino alla Stazione di ricerca di Halley, in Antartide.
Questa foto non datata, fornita dal British Antarctic Survey nel gennaio 2024, mostra dei pinguini imperatore adulti con un pulcino vicino alla Stazione di ricerca di Halley, in Antartide. Diritti d'autore British Antarctic Survey via AP
Diritti d'autore British Antarctic Survey via AP
Di Christina Larson Agenzie:  AP
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Alcuni pinguini imperatore stanno spostando le loro colonie perché lo scioglimento dei ghiacci minaccia le zone di riproduzione.

PUBBLICITÀ

I pinguini imperatore, considerati "quasi a rischio" di estinzione, sono i pinguini più grandi del mondo. Crescono i loro piccoli durante l'inverno antartico su chiazze di ghiaccio marino ghiacciato. Ma se il ghiaccio si rompe prima che i cuccioli siano nati, la maggior parte muore.

Secondo una ricerca pubblicata mercoledì, alcuni pinguini imperatore stanno spostando le loro colonie a causa dello scioglimento dei ghiacci dovuto ai cambiamenti climatici, che minaccia le zone di riproduzione.

Un pinguino imperatore adulto e i suoi piccoli nella baia di Halley.
Un pinguino imperatore adulto e i suoi piccoli nella baia di Halley.Richard Burt/British Antarctic Survey via AP

I siti di riproduzione dei pinguini imperatore sono "in mutamento"

Una colonia di pinguini vicino a Halley Bay sembra essersi spostata di circa 30 chilometri verso est, afferma Peter Fretwell, ricercatore del British Antarctic Survey. Secondo lui, le condizioni instabili iniziate nel 2016 avevano reso pericolosa la vecchia posizione.

"I pinguini imperatore hanno preferito mettersi alla ricerca di zone dove il ghiaccio sia più stabile", afferma.

Secondo Fretwell, le quattro colonie appena scoperte esistevano probabilmente da molti anni, ma gli scienziati non le avevano mai individuate prima. Si tratta per lo più di colonie di piccole dimensioni, con meno di 1.000 coppie riproduttive ciascuna. Attualmente gli scienziati conoscono 66 colonie di pinguini imperatore.

Le immagini satellitari che mostrano quattro nuovi siti di colonie di pinguini imperatore in Antartide.
Le immagini satellitari che mostrano quattro nuovi siti di colonie di pinguini imperatore in Antartide.Copernicus/British Antarctic Survey via AP

Le nuove colonie individuate non cambiano di molto le stime della popolazione complessiva, attualmente inferiore a circa 300.000 coppie riproduttive, ma aiutano gli scienziati a capire dove i pinguini potrebbero spostarsi, spiega Fretwell.

Non è chiaro se le colonie appena identificate possano essere gruppi distaccati da altre colonie più grandi, afferma Daniel Zitterbart, ricercatore di pinguini presso il Woods Hole Oceanographic Institution, che non ha partecipato allo studio.

Ma è chiaro che i siti di riproduzione sono in continuo mutamento e che, con il riscaldamento globale, i pinguini si sposteranno sempre di più.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Balcani: il lago di Prespa è allo stremo, appello delle ong alle istituzioni

Sentenza storica in Ecuador: riconosciuto a un fiume il diritto di non essere inquinato

Rubate centinaia di cactus rari in Cile: una ong italiana fa causa ai sospettati