L'attrice francese Judith Godrèche contro le violenze sessuali nel mondo del cinema

Judith Godreche
Judith Godreche Diritti d'autore Michel Euler/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Michel Euler/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Durante la cerimonia dei César, la nota attrice francese ha denunciato le violenze subite da lei e dalle sue colleghe

PUBBLICITÀ

L'attrice francese Judith Godrèche ha invitato l'industria cinematografica francese ad "affrontare la verità" sulla violenza sessuale e gli abusi fisici. L'attrice è intervenuta nella tarda serata di venerdì alla cerimonia di premiazione dei César, la più importante per il cinema francese. "Possiamo decidere che gli uomini accusati di stupro non governino più il cinema", ha detto Godrèche.

Le denunce di Godrèche al mondo cinematografico francese

All'inizio di questo mese, Godrèche, 51 anni, ha presentato una denuncia formale contro il regista Benoît Jacquot, accusandolo di stupro e abusi fisici quando lei aveva 14 anni.

Godrèche è stata invitata a parlare di violenza sessuale alla cerimonia dopo che molti altri attrici hanno dichiarato di essere stati vittime adolescenti di abusi sessuali da parte di registi e personaggi del cinema più grandi di loro di decenni.

I vincitori dei premi César 2024

Durante la cerimonia, ha trionfato 'Anatomia di una caduta' di Justine Triet. La pellicola ha portato a casa i premi miglior film, miglior regista, miglior attrice a Sandra Hüller, miglior attore non protagonista per Swan Arlaud e miglior storia originale. Ad Arie Worthalter il premio per miglior attore protagonista in 'The Goldman case'. Triet è la seconda regista a vincere il premio come miglior regista in 49 anni di storia dei César.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cinema, Martin Scorsese riceve l'Orso d'oro alla carriera alla Berlinale

Cinema, Oppenheimer e Povere Creature dominano i Bafta con un occhio agli Oscar

Sandra Hüller, l'indiscussa star europea alla conquista del cinema internazionale