EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Usa, un tredicenne "batte" per la prima volta nella storia Tetris: lo schermo registra il suo shock

Il momento in cui il 13enne Willis Gibson ha "battuto" Tetris
Il momento in cui il 13enne Willis Gibson ha "battuto" Tetris Diritti d'autore AP/AP
Diritti d'autore AP/AP
Di Michela Morsa
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Lo statunitense Willis Gibson è riuscito a provocare il "crash" del software di Tetris. Non avendo il leggendario videogioco della Nintendo un finale, il risultato del tredicenne è considerato dai giocatori (e dalla Ceo dell'azienda) la vittoria definitiva sul gioco

PUBBLICITÀ

Profumo di record nel mondo dei videogiochi. Il 21 dicembre scorso, lo statunitense Willis Gibson, 13 anni, è stato il primo giocatore nella storia a "battere" ufficialmente Tetris, il leggendario videogioco della Nintendo creato 40 anni fa, a lungo considerato imbattibile. 

Tecnicamente Willis, alias "blue scuti", non è arrivato alla fine del gioco, che non ha un finale scritto: quello che è riuscito a fare è arrivare al cosiddetto "kill screen", un punto in cui il codice del videogioco presenta problemi e il software "crasha", ossia va in tilt. 

Registrata la reazione del giovane alla fine del gioco

Il momento è stato immortalato dal suo video in live streaming (filmato in alto). Quando Willis blocca il gioco al livello 157 lo si vede in stato di shock: sembra andare in iperventilazione, sussulta "Oh mio Dio" più volte e si stringe le tempie. Dopo aver messo le mani a coppa sulla bocca in un evidente tentativo di regolare il respiro, alla fine esclama: "Non riesco a sentire le mie dita".

Record rimasto imbattuto per decenni

Ai più potrebbe non sembrare un grande risultato, ma nel mondo dei videogiochi è considerato la vittoria definitiva sul gioco, spinto ai limiti delle capacità di hardware e software. E questo vale in particolare per Tetris: per decenni gli appassionati hanno escogitato decine di tecniche per avanzare sempre di più di livello e raggiungere il "punto di rottura".

Il traguardo è stato riconosciuto persino dai creatori di Tetris. "Congratulazioni a 'blue scuti' per aver raggiunto questo risultato straordinario, un'impresa che sfida tutti i limiti preconcetti di questo gioco leggendario", ha dichiarato Maya Rogers, Ceo dell'azienda che proprio quest'anno celebrerà il suo 40esimo anniversario.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Come la tecnologia può rendere più sostenibile la produzione dei film

Realtà virtuale e videogiochi interattivi per scoprire i tesori nascosti dal mare

L'ascesa della tecnologia del dolore: l'intelligenza artificiale riporta in vita le persone che ami