This content is not available in your region

Azerbaigian: viaggio a Krasnaya Sloboda, dove vivono gli ebrei della montagna

euronews_icons_loading
Azerbaigian: viaggio a Krasnaya Sloboda, dove vivono gli ebrei della montagna
Diritti d'autore  euronews
Di Emin Ibrahimov

Situato ai piedi del Gran Caucaso, Krasnaya Sloboda - nella città di Quba - è un insediamento ebraico che esiste da secoli. Un villaggio unico in Azerbaigian, dove vivono gli "ebrei della montagna".

L'Azerbaigian è stato a lungo la patria di molti gruppi etnici, compresi gli ebrei della montagna, discendenti del popolo ebraico, che migrarono dalla Persia alle montagne del Caucaso centinaia di anni fa.

"Il museo della storia degli ebrei della montagna è unico al mondo", spiega il direttore del museo, Igor Shaulov. "Ci sono documenti, oggetti domestici e manufatti. Questo museo è dedicato alla storia e alla cultura - passata e presente - degli ebrei della montagna. Riflette un alto grado di interazione e rispetto reciproco tra il popolo ebraico e quello azero".

Uno stile architettonico unico nel suo genere

La città di Krasnaya Sloboda si distingue dagli altri insediamenti provinciali azeri per il suo stile architettonico unico. Chi ci vive onora e conserva tradizioni secolari, come ci racconta Naum Niftaliyev, guida del museo: "Questo è un modello della sinagoga dove ci troviamo ora. Si chiama "sheshkombara" nella nostra lingua madre, che significa "sinagoga a sei cupole". Quest'edificio è stato costruito nel 1888 e fungeva da sinagoga. Ma, sfortunatamente, durante il periodo sovietico, fu usato come una fabbrica di tappeti, perché la religione era proibita. Dopo il crollo dell'Unione Sovietica, è stato ristrutturato e ora è di nuovo una sinagoga".

Si ritiene che Krasnaya Sloboda sia l'unica città interamente ebraica al mondo, al di fuori di Israele e degli Stati Uniti, con una popolazione di circa 3.500 persone.

Ci sono due sinagoghe attive nella comunità e una Yeshiva, o scuola, dove i bambini studiano la Torah, l'Ebraico e imparano usi e costumi degli ebrei della montagna.

Per molti giovani, gli anni '90 sono stati un decennio difficile: sono stati costretti a lasciare le montagne in cerca di lavoro, dopo il crollo dell'Unione Sovietica.

Ma ora - in parte grazie ai gruppi di ebrei ortodossi - i giovani pregano nella vibrante sinagoga locale e decine sono iscritti alla Yeshiva.

Un luogo dove le religioni convivono

L'Islam è la religione principale in Azerbaigian, ma si praticano anche ebraismo e altre fedi. "Per molti secoli ebrei e musulmani hanno vissuto insieme a Quba", dice Hemdulla Denyarov, studioso dell'Islam. "Sarebbe bello se un questo quartiere diventasse un esempio per il resto del mondo".

Il Museo degli ebrei della montagna ha aperto i battenti l'anno scorso, puntando i riflettori su questa comunità, unica nel suo genere, sulle sue tradizioni e la sua cultura e conservandole per le generazioni a venire.