EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Cinema, Monica Bellucci in Egitto

Cinema, Monica Bellucci in Egitto
Diritti d'autore Bac Films
Diritti d'autore Bac Films
Di Marta Brambilla
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

All'El Gouna Film Festival "The man who sold his skin", film della regista tunisina Kaouther Ben Hania, con protagonista Monica Bellucci

PUBBLICITÀ

L'El Gouna Film Festival è in pieno svolgimento in Egitto: tra le normative sanitarie in vigore, è stato possibile presentare numerosi film da tutto il mondo, e in particolare dal mondo arabo.

La regista tunisina Kaouther Ben Hania presenta a El gouna un film che ha portato anche al Festival di Venezia, una garanzia di qualità. La regista è riuscita a convincere Monica Bellucci a recitare nel suo film un ruolo ambiguo: "La mia parte preferita della creazione di un film è il casting. Perchè ho i miei personaggi in testa. e quando incontro gli attori, cerco di trovare il migliore per ciascuna parte. quando ho incontrato Yahiya, non era molto conosciuto. Ma era Samali, il mio personaggio. La stessa cosa è successa con Monica Bellucci.".

The Man Who Sold His Skin è la storia di un uomo sir iano partito per il Libano e che farà qualsiasi cosa per raggiungere la sua fidanzata in europa. una situazione che lo rende un migrante diverso dagli altri, e un apersona che riesca a fare i soldi". is the story of a Syrian man who has gone to Lebanon and will do anything to join his fiancé in Europe... A situation that makes him a migrant like no other... and a money maker.

Yahya Mahayni, l'attore protagonista, ci spiega qual è il messaggio del film:"In questo film penso che la realizzazione personale sia un messaggio molto potente, in modo subliminale, proponendo Samali che diventa un rifugiato per motivi fortuiti".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Monica Bellucci sul palco ad Atene nei panni di Maria Callas

Le riprese di "La Fracture", Valeria Bruni Tedeschi: "Continuiamo a lavorare, il cinema è vita"

European Film Awards: dominio di "Anatomia di una caduta"