Nuits Sonores 2018: Lione invasa dalla musica elettronica

Nuits Sonores 2018: Lione invasa dalla musica elettronica
Di Cinzia Rizzi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La città francese ospita la sedicesima edizione del festival electro. Forte quest'anno la presenza femminile: da Jennifer Cardini a Paula Temple, passando per Mozhgan e The Black Madonna

PUBBLICITÀ

Ha aperto i battenti a Lione la sedicesima edizione delle Nuits Sonores, il festival di musica elettronica, che eccezionalmente quest'anno dura 8 giorni. Dj di fama internazionale e gruppi provenienti da tutto il mondo si ritrovano nella città francese, invasa dalle note di electro per una settimana.

Quest'anno c'è una forte presenza femminile, come l'iraniana Mozhgan, che ha fatto ballare gli appassionati nel Day 1.

"Effettivamente sono riusciti a fare una programmazione paritaria, il che mostra come la società e gli attori dell'universo underground stiano cambiando - con le donne che stanno emergendo sempre più - e siamo fieri di questo", ha dichiarato il direttore artistico Pierre-Marie Ouillon ai microfoni di euronews.

Tanti i nomi della musica elettronica presenti quest'anno alle Nuits Sonores: da Laurent Garnier a Daniel Avery, passando per Jennifer Cardini, Maceo Plex, The Black Madonna, Paula Temple, Bicep.

Wolfgang Spindler, euronews: "Elettronica, techno, hip hop, house. Il festival ha una programmazione vasta, ma coloro che vi partecipano vogliono solo una cosa: divertirsi e ballare fino all'alba".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Art Paris 2024: La ricca scena artistica francese al centro della scena, spiccano i giovani talenti

Andrey Gugnin vince il primo premio di 150.000 € al concorso internazionale Classic Piano 2024

Il festival Balkan Trafik! esplora la Moldova e le sue minoranze culturali