Presentato il 70esimo Festival di Cannes

Presentato il 70esimo Festival di Cannes
Di Luca Colantoni
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In rosa il gotha del cinema mondiale. 18 i film in concorso. Nessun italiano in corsa per la Palma d'Oro.

Con la canonica conferenza stampa di presentazione si è aperto il sipario sull’edizione numero 70 del Festival di Cannes in programma dal 17 al 28 maggio prossimi sulla Croisette. Film in concorso a parte, il direttore Thierry Fremaux ed il presidente Pierre Lescure si sono soffermati sui fatti di cronaca e di politica che caratterizzano questo momento storico. “Vogliamo che il festival sia una “boccata d’aria fresca” – dice Pierre Lescure – un momento di relax e di libertà che ci darà la possibilità di parlare solo di cinema e nient’altro. Tuttavia, come il cinema è un riflesso del mondo, ci sarà, ovviamente, il modo di parlare di ciò che sta accadendo, come ad esempio la politica e le questioni che interessano non solo la Francia, ma il mondo intero”._

PUBBLICITÀ

IL PROFILOTWITTERUFFICIALEDELFESTIVAL DI CANNES

A Cannes una carrellata di nomi altisonanti. In rosa il gotha del cinema mondiale da Sofia Coppola a David Lynch passando per il due volte vincitore Michael Heneke. Quarantanove i lungometraggi selezionati, tra cui 18 in competizione e 16 nella rassegna “Un Certain Regard”. Ventinove i Paesi rappresentati, contro i 27 dello scorso anno e 9 opere prime. Cresciute rispetto alle scorse edizioni: erano sette nel 2016. Nessun film italiano tra i 18 selezionati e quindi in concorso per la Palma d’Oro. Unici rappresentanti del nostro Paese, Sergio Castellitto con “Fortunata” insieme ad un altro film italiano coprodotto con la Francia, “Dopo La Guerr“a di Annarita Zambrano, ma entrambi nella ella sezione “Un Certain Regard”.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il meglio del cinema di animazione al festival di Annecy

Jonathan Glazer, Kōji Yakusho e Merve Dizdar: gli altri vincitori di Cannes 2023

Al via il Festival del film di Ginevra sui diritti umani. L'arte incontra la politica