EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Cyber security: un business per tenere al sicuro i nostri dati

Cyber security: un business per tenere al sicuro i nostri dati
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di euronews
Pubblicato il
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In questo ultimo episodio di The Exchange, incontriamo i capi militari, un esperto di sicurezza informatica e una società di dati da un miliardo di dollari all'avanguardia nel settore della sicurezza in piena espansione.

PUBBLICITÀ

La sicurezza informatica, la sorveglianza e l'archiviazione dei dati sono tutti settori che registrano una crescita spettacolare. Ma in un mondo sempre più teso e complesso, quanto dovrebbero sentirsi sicuri i CEO?

La vita nel nostro mondo iperconnesso e abilitato a Internet può a volte far paura. Negli ultimi anni abbiamo assistito a un aumento delle tensioni geopolitiche e le notizie di attacchi e hackeraggi informatici si susseguono con allarmante regolarità.

Oggi, stare al sicuro significa molto di più che chiudere le porte di casa la sera e per i dirigenti delle più grandi aziende del mondo fare affari in modo sicuro è diventato più complicato che mai.

Secondo le previsioni, nel 2023 le normative governative in materia di privacy e protezione dei dati raggiungeranno oltre 5 miliardi di cittadini.

La conformità alle più recenti leggi sulla protezione dei dati nei diversi Paesi può richiedere una pianificazione complessa ed esaustiva. Si stima infatti che le normative governative che impongono alle aziende di garantire i diritti di privacy dei consumatori coprano oltre il 70% del PIL mondiale.

Quanto sono sicure dal punto di vista informatico le nostre aziende più grandi?

Augusto Coriglioni, esperto di sicurezza informatica e Managing Partner di SBS, è in prima linea nella lotta contro le minacce digitali.

Euronews gli ha chiesto di descrivere ciò con cui gli amministratori delegati e i loro team di sicurezza hanno a che fare ogni giorno.

"In generale, i dati informatici sono abbastanza sicuri. Anche se dobbiamo dire che il cyberspazio è illimitato. Tornando alla vita reale,  dobbiamo dire che ci sono migliaia di attacchi e incidenti ogni giorno. Altri vengono rilevati ma non vengono segnalati dalle aziende o dalle autorità perché non vogliono creare panico o disinformazione per i loro utenti", ha spiegato.

"Ma è anche molto importante capire che ci sono altri tipi di persone che entrano nel sistema e rimangono in silenzio per ottenere informazioni", ha aggiunto Coriglioni.

La cooperazione internazionale mantiene le persone al sicuro

Anche i governi hanno un ruolo importante nel mantenerci al sicuro. Euronews ha parlato con il commodoro dell'aria Mark Biggadike, rappresentante senior del Regno Unito per la Coppa del Mondo FIFA 2022, e con il capitano Talal Burshaid dell'aeronautica militare emiri del Qatar per scoprire come il lavoro di squadra tra i diversi Paesi abbia aiutato tutti a stare al sicuro durante la Coppa del Mondo FIFA dello scorso anno in Qatar.

"Con il coinvolgimento delle altre nazioni partner, Stati Uniti, Italia, Francia, Turchia e Pakistan, abbiamo lavorato insieme in modo estremamente efficace. Il Qatar è stato molto accogliente e aperto e credo che questo abbia davvero aiutato a stabilire un'operazione di sicurezza molto efficace, mantenendo l'evento sicuro, protetto e di successo", ha detto  Mark Biggadike.

"Penso che le forze armate, in particolare l'aeronautica militare reale, abbiano sempre avuto uno stretto rapporto con le imprese e la tecnologia in particolare.  Questa collaborazione non fa che aumentare, man mano che si sviluppano tecnologie più complesse . Penso che l'impegno nella difesa sia in crescita per noi, siamo molto propensi, come Regno Unito, a lavorare con i nostri alleati e partner internazionali su questo tipo di progetti, e penso che si vada  in un'unica direzione".

"Nel corso di molti anni abbiamo collaborato e lavorato con una serie di partner per la sicurezza globale per assicurarci di essere pronti a ospitare la Coppa del Mondo di calcio e ora che è stata superata con successo, tutta la condivisione di conoscenze e le esperienze che sono state condivise saranno sempre applicate in futuro per ospitare qualsiasi evento globale e sportivo", ha spiegato il capitano  Burshaid.

Sicurezza informatica per il pubblico

Non sono solo le grandi aziende e i governi a doversi adattare alle sfide della sicurezza informatica. Nel moderno mondo virtuale, anche i cittadini devono prendere precauzioni per  navigare in rete.

Laurie Maclachlan, dell'azienda tecnologica multimiliardaria Launch Darkly, ha dichiarato a Euronews che anche se le persone possono essere preoccupate, esiste un'enorme quantità di protocolli di sicurezza per combattere questi problemi.

"Penso che abbiano ragione ad essere preoccupati, assolutamente. Ma credo che con l'evoluzione del cloud sia stato introdotto un gran numero di controlli e protocolli di sicurezza, come ad esempio il rispetto delle leggi sulla protezione dei dati. I clienti hanno ancora la possibilità di scegliere. Se il 94% delle aziende utilizza il cloud, questo significa che c'è un'enorme  sicurezza incorporata in tutto ciò che viene fornito dal cloud", ha spiegato Laurie Maclachlan.

Il business in 60 secondi

Il gigante farmaceutico Johnson & Johnson si appresta a pubblicare i suoi primi utili trimestrali del 2023. All'indomani della pandemia di Covid-19, le aziende farmaceutiche sono alla ricerca di metodi alternativi per mantenere alti gli introiti: Johnson & Johnson confida in un nuovo farmaco per il trattamento del virus della 'dengue' che, in caso di successo, potrebbe costituire una svolta  per affrontare la malattia.

Dai giganti del settore farmaceutico a quelli del settore bancario, anche JP Morgan si appresta a svelare i primi risultati trimestrali dell'anno. Il colosso bancario americano pubblicherà i suoi risultati in un momento delicato per il sistema bancario statunitense con il crollo della SVB.

PUBBLICITÀ

In arrivo notizie confortanti per gli azionisti di Coca-Cola che questa settimana si riuniranno per la prima conferenza annuale dell'anno. L'azienda produttrice di bevande analcoliche si sta preparando a pubblicare i risultati trimestrali dopo aver chiuso in bellezza il 2022. Gli azionisti sperano che la loro performance in borsa continui a brillare.

Il settore della sicurezza è in piena espansione. Le decisioni sulla nostra sicurezza, che si tratti della sala riunioni di un'azienda o della cabina di pilotaggio di un aereo, vengono prese con milioni di dati incrociati. È questo stato di connessione costante che crea l'opportunità commerciale, ma con 5 miliardi di persone ora protette dalla regolamentazione dei dati, il controllo della nostra sicurezza non è mai stato così grande.

Condividi questo articolo