EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Brexit, Moscovici: "in caso di no-deal, controlli doganali immediati"

Brexit, Moscovici: "in caso di no-deal, controlli doganali immediati"
Diritti d'autore 
Di Antonio Michele Storto
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il Commissario europeo ha sottolineato come Bruxelles sia già al lavoro per ripristinare i controlli alle frontiere irlandesi

PUBBLICITÀ

Mentre una brexit senza accordo senza ormai dietro l'angolo, il Regno Unito potrebbe vedersela con la reintroduzione immediata dei controlli doganali. A dirlo senza mezzi termini è il Commissario europeo agli affari economici Pierre Moscovici, che ha ribadito come il rispetto dei protocolli in questo senso non sia negoziabile."Ci sarebbero effettivamente dei controlli doganali da effettuare, per motivi giuridici e politici" ha sottolineato Moscovici. "Dobbiamo essere onesti, io preferirei certamente un controllo rigoroso - anche al prezzo di qualche ingorgo di camion - ad una crisi sanitaria o a traffici illegali. La sicurezza degli europei sarà la nostra priorità assoluta".

E gli ingorghi in uscita dai tunnel o dalle strutture portuali potrebbero essere immediati, dopo il 12 aprile, dal momento che Bruxelles è già al lavoro per ripristinare i controlli. "Nel caso di un'uscita senza accordo, sia l'Unione europea che il Regno Unito dovrebbero affrontare la sfida di proteggere i rispettivi mercati. Dovrebbero proteggere la salute pubblica, la sicurezza dei consumatori e le imprese che operano legittimamente, effettuando i controlli necessari. Quindi i controlli ci saranno, non sbagliamoci su questo punto. Stiamo collaborando strettamente con l'Irlanda per organizzare questi controlli, come ho detto, nel modo meno perturbante possibile".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Brexit, Corbyn-May: stallo. E Westminster vota un nuova proroga

Brexit, Corbyn: "Utile l'incontro con May ma nessuna svolta"

Brexit: occhi puntati su May e Corbyn