EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Cori razzisti, la Serbia minaccia di abbandonare gli Europei di calcio

Durante Croazia-Albania sarebbero stati intonati cori razzisti contro i serbi
Durante Croazia-Albania sarebbero stati intonati cori razzisti contro i serbi Diritti d'autore Matthias Schrader/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Matthias Schrader/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Nel corso della partita tra Albania e Croazia si sarebbe inneggiato alla morte dei serbi: indignata la federcalcio di Belgrado

PUBBLICITÀ

La federazione calcistica della Serbia ha alzato i toni dopo i cori offensivi, all'indirizzo dei propri connazionali, nel corso della sfida tra Croazia e Albania, giocata ieri ad Amburgo e terminata con il risultato di 2-2.

La federcalcio serba definisce i fatti "scandalosi"

Secondo le autorità sportive serbe, infatti, ciò che è accaduto è "scandaloso", e merita un intervento da parte dell'Uefa, che dovrebbe comminare sanzioni. Qualora ciò non accadesse, la stessa federcalcio di Belgrado, attraverso il suo numero uno Jovan Surbatovic, minaccia di abbandonare il torneo: "Chiederemo di punire le federazioni di entrambe le squadre. La nostra idea è di continuare gli Europei, ma se non ci fosse un intervento, valuteremo come procedere".

Secondo quanto indicato dai serbi, i cori dei tifosi albanesi e croati sarebbero stati apertamente razzisti nei confronti del loro Paese, e ciò avrebbe dovuto portare alla sospensione del match. "Da tempo in occasione di questi eventi sportivi non si inneggiava all'uccisione di qualcuno", ha aggiunto la nota della federazione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Euro 2024: vola la Germania, pari Scozia-Svizzera e Croazia-Albania

Gli europei di calcio non faranno uscire l'economia tedesca da anni di stagnazione

Europei 2024, vincono Italia e Spagna: tensione per la partita Serbia-Inghilterra