EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Russia: scoppia una diga, evacuati oltre undicimila cittadini a Orsk

operazioni di soccorso a Orsk
operazioni di soccorso a Orsk Diritti d'autore AP/Russian Emergency Ministry Press Service
Diritti d'autore AP/Russian Emergency Ministry Press Service
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Danneggiata una diga a Orsk. A causa delle inondazioni circa undicimila cittadini sono stati evacuati. Preoccupano ora le piogge e lo scioglimento della neve

PUBBLICITÀ

Circa undicimila persone sono state evacuate dopo lo scoppio di una diga nella città di Orsk, 190mila abitanti, in Russia al confine con il Kazakistan.

Una diga di terra, destinata a proteggere la città dalle inondazioni primaverili, non ha retto alla quantità d'acqua e si è incrinata in due punti, anche se non è crollata del tutto, mettendo in pericolo gran parte della città di Orsk, soprattutto le abitazioni private.

A rischio quattromila edifici nella regione di Orenburg

Secondo le autorità locali, più di quattromila edifici sono a rischio. Sono state suonate le sirene, la polizia e i vigili del fuoco sono andati casa per casa per avvertire più di diecimila cittadini della necessità di allontanarsi immediatamente.

Sono in corso lavori di emergenza per riparare la diga e prevenire inondazioni massicce dovute alle piogge primaverili e allo scioglimento delle nevi che causano l'innalzamento del fiume Ural in tutta la regione di Orenburg.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Centrale esplosa sul lago di Suviana: aperta un'inchiesta, riprese le ricerche dei dispersi

Russia: espulso addetto militare ambasciata britannica, per Mosca è "persona non grata"

Russia, via ministro Shoigu, nominato Belousov: Putin cambia la difesa durante offensiva in Ucraina