Ungheria, ecco le norme sull'immigrazione più severe d'Europa

L'assemblea legislativa ungherese
L'assemblea legislativa ungherese Diritti d'autore Denes Erdos/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Stefania De Michele
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Uno dei principali cambiamenti della legge sull'immigrazione adottata da Budapest è che tutti i posti di lavoro sono riservati agli ungheresi. I cittadini di Paesi terzi possono essere assunti solo se non ci sono lavoratori locali disponibil

PUBBLICITÀ

La più severa normativa dell'Unione europea sull'immigrazione è entrata in vigore in Ungheria venerdì scorso. Secondo il ministero degli Interni ungherese, la nuova legge - entrata in vigore il 1° gennaio ma che viene applicata integralmente da ora in poi - mira a "chiudere tutte le brecce" e a impedire agli immigrati clandestini di entrare nel Paese

La nuova norma, che sostituisce una legge di 16 anni fa, è stata approvata dal Parlamento nel dicembre 2023. La normativa introduce introduce condizioni più severe di ingresso per i cittadini di Paesi terzi.

Nei casi in cui la domanda sia stata presentata prima del 31 dicembre 2023, si applicheranno ancora le vecchie norme. La validità dei permessi di soggiorno e dei permessi di soggiorno permanenti, che scadono tra il 1° gennaio 2024 e il 29 febbraio 2024, sarà automaticamente estesa fino al 30 aprile 2024.

Ungheria, 24 tipologie di permessi di soggiorno

La precedente legge sull'immigrazione in Ungheria specificava 18 tipi di permessi di soggiorno. Il nuovo regolamento ne prevede 24, di cui 8 per motivi di lavoro. Il permesso di soggiorno per altri scopi, che era una categoria piuttosto flessibile, è stato abolito. Uno dei cambiamenti più importanti è che il nuovo dispositivo introduce categorie separate di permessi di lavoro per lavoratori altamente qualificati e lavoratori ospiti poco qualificati, e un nuovo permesso per gli investitori.

Il permesso di soggiorno per lavoratori ospiti sarà concesso, per legge, solo a coloro che sono impiegati da determinati datori di lavoro, provenienti da determinati Paesi e in determinate occupazioni. Inoltre, il permesso di soggiorno per lavoratori ospiti può essere esteso solo per un periodo limitato, fino a un totale di 3 anni. Dopo questo periodo, il permesso non può essere prorogato e deve essere presentata una nuova domanda. I lavoratori ospiti, quindi, non hanno diritto alla residenza permanente in Ungheria, né al ricongiungimento familiare.

Cosa cambia con la nuova legge sull'immigrazione in Ungheria

Uno dei principali cambiamenti è che tutti i posti di lavoro sono riservati agli ungheresi. I cittadini di Paesi terzi possono essere assunti solo se non ci sono lavoratori locali disponibili. Ogni caso sarà oggetto di indagine da parte delle autorità.

Un'altra novità è che ora ci saranno categorie separate di permessi di lavoro in base alle qualifiche. Alcuni permessi di soggiorno possono essere estesi solo se il richiedente soddisfa le condizioni di "coesistenza sociale", dimostrate sostenendo un esame sulla cultura ungherese. I permessi di soggiorno sono concessi solo per un periodo limitato e non esiste un diritto di rinnovo automatico.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ungheria: il poster di Navalny sul monumento ai soldati sovietici a Budapest

Nato: l'Ungheria ratifica la richiesta d'adesione della Svezia. Budapest era l'ultimo ostacolo

Ungheria, opposizione ancora in piazza a Budapest contro Orbán