Ucraina: due anni di guerra e di treni, l'importanza delle ferrovie ucraine

Le ferrovie ucraine non hanno mai smesso di erogare i servizi ferroviari durante l'invasione russa
Le ferrovie ucraine non hanno mai smesso di erogare i servizi ferroviari durante l'invasione russa Diritti d'autore Украинские железные дороги
Diritti d'autore Украинские железные дороги
Di Maria Michela D'Alessandro
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A due anni dall'invasione russa in Ucraina i treni continuano ad essere il mezzo più utilizzato dagli ucraini: nonostante la guerra le ferrovie statali sono diventate fondamentali per l'economia del Paese

PUBBLICITÀ

La rete ferroviaria ucraina, conosciuta da tutti come Ukrzaliznytsia o semplicemente Uz, è sempre stata motivo di orgoglio per il Paese, anche prima della guerra. La cultura del treno come mezzo di trasporto prediletto è infatti insita nella tradizione sovietica non solo ucraina ma di tutto l'ex blocco

A due anni dall'invasione russa in Ucraina il treno continua a giocare un ruolo chiave per l'economia nazionale, non solo per i passeggeri e le merci ma anche per il trasporto della logistica militare. 

Disponibile un programma di formazione per il personale ferroviario per migliorare il servizio per soldati e veterani

L'importanza dei treni ucraini: da mezzo di evacuazione a pilastro dell'economia

Tra le cause del conflitto armato in Ucraina anche l'immediata chiusura dello spazio aereo e la conseguente necessità di utilizzare le ferrovie come principale mezzo di trasporto in un Paese che si estende per circa 603.549 chilometri (la lunghezza da ovest ad est è di circa 1.316 chilometri, da nord a sud di 740 chilometri). 

Dall'inizio della guerra le ferrovie di Kiev non hanno mai smesso di funzionare e il numero di passeggeri è tornato ai livelli pre-invasione, con 24,9 milioni nel 2023. Le previsioni per il 2024 sono in crescita con 27,5 milioni di passeggeri. A due anni dall'invasione le ferrovie non sono solo più un mezzo di evacuazione per lasciare il Paese, ma uno dei pilastri dell'economia. 

I viaggi in treno in Ucraina dei leader mondiali

Da Joe Biden a Giorgia Meloni passando per Ursula von der Leyen e Fumio Kishida, dal 2022 sono stati tanti i leader europei e mondiali ad aver raggiunto l'Ucraina in treno. 

Nell'album della storia recente lo scatto che ritrae insieme Mario Draghi, Emmanuel Macron e Olaf Scholz proprio a bordo di un treno ucraino verso Kiev.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: Zelensky a Kupiansk dopo il ritiro da Avdiivka: i russi avanzano a Zaporizhzhia

Avdiivka: pieno controllo di Mosca, a Tokyo conferenza sulla ricostruzione dell'Ucraina

Ucraina, attacco russo a Dnipro: 8 morti, primo sì da Camera Usa per aiuti a Kiev, Israele e Taiwan