Judo, Grand Prix del Portogallo: due medaglie d'oro per l'Uzbekistan

Le giapponesi Hikari YOSHIOKA e Kano MIYAKI Kano, la kazaka Abiba ABUZHAKYNOVA e la mongola Narantsetseg GANBAATAR premiate in Portogallo
Le giapponesi Hikari YOSHIOKA e Kano MIYAKI Kano, la kazaka Abiba ABUZHAKYNOVA e la mongola Narantsetseg GANBAATAR premiate in Portogallo Diritti d'autore IJF
Di Andrea Barolini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dilshodbek Baratov e Diyora Keldiyrova hanno fatto trionfare i colori dell'Uzbekistan nella prima giornata del Grand Prix del Portogallo di judo

PUBBLICITÀ

Odivelas, a pochi chilometri da Lisbona, ospita il Grand Prix di judo del Portogallo, il primo evento del 2024 del World Judo Tour. È qui che in questo weekend i migliori judoka del mondo sono riuniti per cercare la gloria.

Nella categoria -48 kg lo scontro è stato tutto giapponese, con due campionesse del mondo junior. A vincere è stata la YOSHIOKA con un waza-ari nel Golden Score. Si tratta non soltanto del suo primo oro ma anche della sua prima medaglia al Grand Prix. Almaz ALSENOV, amministratore delegato di Harvest Group, partner della Federazione Internazionale di Judo, ha consegnato le medaglie.

Nella categoria maschile -60 kg, l'uzbeko Dilshodbek BARATOV ha conquistato la medaglia d'oro con un abile waza-ari. A consegnare il riconoscimento è stato Mohammed MERIDJA, direttore dell'Istruzione e dell'allenamento dell'IJF.

"Ho vinto il mio primo evento nel 2024 e questo è davvero un grande inizio per il cammino di quest'anno verso i Giochi Olimpici"
Dilshodbek Baratov

Nella finale femminile dei -52 kg, l'uzbeka Diyora KELDIYOROVA ha ottenuto una vittoria straordinaria, conquistando la medaglia d'oro nei primi 30 secondi: un'incredibile transizione in un juji-gatame ha costretto l'avversaria ad arrendesi e le ha permesso di vincere il suo primo Grand Prix in assoluto, che si aggiunge alla sua già impressionante collezione di medaglie! A premiarla è stato Armen BAGDASAROV, direttore degli arbitri dell'IJF.

"Mi piacerebbe molto restare in Portogallo, vengo da temperature gelide mentre qui ci sono più di 20 gradi e questo mi fa stare davvero bene!"
Diyora Keldiyorova

Nella finale maschile dei -66 kg, l'ex campione del mondo Yago ABULADZE si è aggiudicato la medaglia d'oro. Dopo un incontro equilibrato e combattuto, Abuladze è riuscito a eseguire uno spettacolare cambio di direzione, mettendo a segno un waza-ari nel Golden Score e assicurandosi la vittoria!Le medaglie sono state consegnate da Nicolas MESSNER, direttore Media e della divisione Judo for Peace dell'IJF.

Nella categoria femminile -57 kg, HUH Mimi ha mostrato le sue eccellenti abilità mettendo a segno un waza-ari seguito da una presa waza-ari-awasete-ippon! Un'altra medaglia per la sua collezione e un ottimo inizio di 2024. La medaglia d'oro è stata consegnata da Giuseppe MADDALONI, Supervisore Arbitrale della IJF e Campione Olimpico.

Infine, spazio per alcune tecniche che sono state quindi illustrate da judoka portoghesi: uno spettacolo entusiasmante per i tanti fan presenti. Ed è stato soltanto il primo giorno del Grand Prix in Portogallo. Domani si torna a Odivelas, una città che racchiude la bellezza, la storia e la diversità di questo straordinario Paese. E che in questo weekend è anche il cuore pulsante del judo internazionale.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, la Francia brilla nel primo giorno del Grand Slam di Parigi

Judo: Abu Dhabi Grand Slam, altro trionfo azzurro con Alice Bellandi

Judo, Gran Prix del Portogallo: due ori per la Turchia