EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

La Nato spende un altro miliardo di dollari per le munizioni

Il Segretario generale della Nato Stoltenberg
Il Segretario generale della Nato Stoltenberg Diritti d'autore AP
Diritti d'autore AP
Di Stefania De Michele
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Da quando i leader alleati hanno concordato il Piano d'azione per la produzione della difesa della Nato nel luglio 2023, l'NSPA ha stipulato contratti per circa 10 miliardi di dollari di munizioni

PUBBLICITÀ

La Nato ha firmato un contratto da 1,2 miliardi di dollari per l'acquisto di circa 220.000 proiettili di artiglieria da 155 millimetri. La commessa è finalizzata a rifornire le scorte in diminuzione dei Paesi membri dell'Alleanza e garantire le munizioni necessarie all'Ucraina.

La Nato Support and Procurement Agency (NSPA) ha concluso l'accordo per conto di diversi alleati.

Munizioni, la corsa a ripristinare le scorte

"La guerra in Ucraina è diventata una battaglia per le munizioni ed è importante che gli Alleati riforniscano i loro stock e si continui a sostenere l'Ucraina", ha dichiarato il Segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ai giornalisti dopo la firma sul contratto presso il quartier generale di Bruxelles.

Secondo le stime dell'Unione europea, l'estate scorsa l'Ucraina sparava circa 4.000-7.000 proiettili di artiglieria al giorno. La Russia ne sparava quasi 5 volte di più, con più di 20.000 proiettili al giorno, esplosi nel territorio del suo vicino.

L'industria degli armamenti russa supera di gran lunga quella ucraina e Kiev ha bisogno di aiuto per competere con la potenza di fuoco di Mosca. Ma i pezzi di artiglieria non arriveranno rapidamente: la consegna richiede da 24 a 36 mesi, ha detto l'agenzia Nato.

L'Ue prevede di produrre un milione di pezzi d'artiglieria per l'Ucraina, ma solo un terzo dell'obiettivo è stato raggiunto.

Contratti Nato da 10 miliardi di dollari

Da quando i leader alleati hanno concordato il Piano d'azione per la produzione della difesa della Nato nel luglio 2023, l'NSPA ha stipulato contratti per circa 10 miliardi di dollari di munizioni. I recenti acquisti dell'NSPA includono un contratto da 5,5 miliardi di dollari per 1.000 missili Patriot e 4 miliardi di dollari per l'artiglieria da 155 mm, missili guidati anticarro e munizioni per carri armati.

Nel novembre 2023, l'agenzia di approvvigionamento della Nato ha anche deciso di acquistare sei aeromobili E-7A Wedgetail con un contratto da firmare nel 2024.

Questi contratti da record dimostrano la capacità dell'industria della difesa transatlantica di rafforzare la deterrenza e la difesa della Nato e di sostenere l'Ucraina.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ingresso nella Nato vicino, la Svezia manda truppe di combattimento in Lettonia

L'ambasciatrice Usa a Euronews: Svezia presto nella Nato

Segretario generale Nato: Mark Rutte verso la nomina, Orbán toglie il veto