Vladimir Putin raccoglie 2,5 milioni di firme per le elezioni presidenziali in Russia del 2024

Il presidente della Federazione russa Vladimir Putin
Il presidente della Federazione russa Vladimir Putin Diritti d'autore Gavriil Grigorov/Sputnik
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sembra sempre più vicino il quinto mandato da presidente della Federazione russa per Vladimir Putin. Candidato come indipendente, è riuscito a raccogliere 2,5 milioni di firme a sostegno della sua candidatura alle elezioni presidenziali di marzo, ben oltre le 300mila richieste

PUBBLICITÀ

Vladimi Putin è riuscito a raccogliere oltre 2,5 milioni di firme a sostegno della sua candidatura alle elezioni presidenziali russe del 2024, secondo quanto ha affermato in un comunicato il suo team elettorale.

In Russia ai candidati indipendenti è richiesto di presentare almeno 300mila firme da 40 regione o più per essere ammessi al voto. Tra le firme anche quelle di alcuni residenti della città di Donetsk, nell'Ucraina orientale, controllata dai russi.

Per Mosca è importante aprire i seggi elettorali nelle aree occupate

L'entourage del presidente russo sottolinea che continua a ricevere i documenti con le firme degli elettori e che sono al lavoro per verificarli.

Condurre le elezioni di marzo nelle aree occupate è importante per Mosca perché dimostra di averle integrate come “nuovi territori”, anche se non le controlla completamente a livello militare. Un atto illegittimo, secondo l'Ucraina.

Secondo quanto riporta l'agenzia di stampa russa Tass i membri di varie organizzazioni di volontariato, nonché del Fronte popolare e del partito al potere Russia Unita, stanno raccogliendo le firme degli elettori in tutto il Paese.

Putin verso il quinto mandato

Non sembrano al momento esserci sfidanti in grado di spodestare dal trono Putin, che si prevede otterrà con facilità un quinto mandato.

 Nei primi giorni di gennaio commissione elettorale russa ha registrato i primi due candidati che correranno per la presidenza della Federazione contro il presidente russo. Sono Leonid Slutsky del partito nazionalista Liberal Democratico e Vladislav Davankov del Nuovo Partito Popolare.

I due non sembrano però rappresentare una minaccia per Putin, che in qualità di presidente, ma anche di primo ministro in un certo periodo(dal 2008 al 2012) detiene il potere da oltre venti anni. 

Per il momento sono undici i candidati in corsa, di cui tre indipendenti e gli altri sostenuti da partiti che appoggiano Russia Unita.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in Russia: Nadezhdin, possibile rivale di Putin, presenta le firme per la candidatura

Russia: celebrato l'anniversario della fine dell'assedio di Leningrado, presente anche Putin

Russia, crepe nel muro del consenso: protesta a sostegno dell'attivista Alsynov