EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Spagna, il consumo di contenuti pornografici aumenta tra i minori: il governo corre ai ripari

Sviluppo di una tecnologia per la tutela dei minori contro la pornografia in Spagna
Sviluppo di una tecnologia per la tutela dei minori contro la pornografia in Spagna Diritti d'autore TVE vía EBU
Diritti d'autore TVE vía EBU
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Presentato in Spagna un sistema di verifica dell'età per proteggere i minori dalla pornografia online

PUBBLICITÀ

In Spagna il governo presenta un sistema "pionieristico" di verifica dell'età, che è già stato testato con i principali browser, per proteggere i minori dalla pornografia online.

Il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez aveva annunciato l'intenzione di approvare "una legge completa per la tutela dei minori su Internet", poiché l'accesso a contenuti pornografici "è diventata una vera e propria epidemia".

Pornografia, l'impatto sui minori

Gli esperti mettono in guardia dalle conseguenze negative e dagli effetti della pornografia sui più giovani.

"Tutto ciò che ha a che fare con l'età compresa tra gli otto e i dodici anni, con la sessualità o il sesso, è ciò che impareranno, anche ciò che desidereranno o che li ecciterà - spiega Marina Marroqui, educatrice - la maggior parte del porno che arriva loro a quell'età è attraverso adesivi, link o chat della playstation".

Lluis Ballester, dottore in sociologia e psicologia, sottolinea gli impatti che ha la pornografia sui minori, come la "distorsione della percezione, il diverso linguaggio con cui si parla delle/alle donne, il tipo di pratiche che vengono poi ricercate".

Aumento esponenziale per il facile accesso a Internet

I dati del "Rapporto sulla protezione completa dei minori dall'accesso alla pornografia su Internet",  sono allarmanti: la metà degli spagnoli di età compresa tra i 12 e i 15 anni ha visto della pornografia. Il 25 % prima dei 12 anni. Il 70% tra i 13 e i 17 anni guarda regolarmente contenuti per adulti, il 30% dice che è la sua unica fonte di educazione affettivo-sessuale.

Il rapporto presentato martedì diagnostica la situazione, attraverso le cifre e le conseguenze della visione di materiale pornografico tra i minori, che "è aumentata in modo esponenziale" a causa dello sviluppo della tecnologia e del facile accesso a Internet.

Cita inoltre diverse normative nazionali e internazionali che hanno a che fare con la questione e sottolinea che le leggi hanno a che fare con l'implementazione di sistemi affidabili di verifica dell'età, con l'aiuto ai bambini e ai genitori per accedere ai sistemi di protezione e per denunciare gli abusi, con la diffusione di campagne di sensibilizzazione e consapevolezza e, infine, con gli obblighi delle aziende del settore.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ungheria: manifestazioni contro presidente Novák per grazia concessa in un caso di abusi su minori

La pornostar statunitense Whitney Wright visita l'Iran e scatena le proteste

Spagna campione d'Europa: la Nazionale accolta a Madrid dalla famiglia reale e dalla folla in festa