EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Sessanta artisti firmano una lettera in solidarietà a Gérard Depardieu contro il linciaggio

L'attore Gerard Depardieu
L'attore Gerard Depardieu Diritti d'autore Thibault Camus/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Thibault Camus/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews & Afp
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Alcune grandi personalità del mondo dell'arte hanno firmato una lettera aperta in solidarietà con l'attore francese Gérard Depardieu, accusato di nuovo di stupro nel dicembre 2020 e nell'occhio del ciclone per i commenti misogini e sessisti trasmessi di recente sulla televisione nazionale

PUBBLICITÀ

Quasi sessanta attori francesi e altre personalità di spicco hanno denunciato il "linciaggio mediatico"di Gérard Depardieu, leggenda del cinema caduta in disgrazia, sotto i riflettori a causa delle nuove accuse di stupro da parte di una giornalista e scrittrice spagnola, Ruth Baza.

L'attore, che ha girato più di duecento film e serie televisive, è stato accusato di stupro nel 2020 ed è stato accusato di molestie sessuali e aggressioni da più di una dozzina di donne.

 "Gérard Depardieu è probabilmente il più grande di tutti gli attori", si legge in una lettera aperta pubblicata dal quotidiano francese Le Figaro, dal titolo "Non cancellate Gérard Depardieu".Tra i firmatari figurano l'attrice britannica Charlotte Rampling, l'ex first lady francese e modella Carla Bruni e l'attore francese Pierre Richard. Molti di loro sono contemporanei di Depardieu, che ha 74 anni.

La solidarietà dei colleghi

"Non possiamo più rimanere in silenzio di fronte al linciaggio che sta affrontando", hanno scritto, definendo gli attacchi contro di lui un "torrente di odio". La lettera afferma che Depardieu è stato attaccato "in barba alla presunzione di innocenza di cui avrebbe beneficiato, come tutti, se non fosse stato il gigante del cinema che è".

La lettera, firmata anche dall'ex compagna dell'attore, l'attrice Carole Bouquet, ha aggiunto: "Quando le persone attaccano Gérard Depardieu in questo modo, stanno attaccando l'arte".

"La Francia gli deve molto. Il cinema e il teatro non possono fare a meno della sua personalità unica e straordinaria", hanno detto le celebrità. Depardieu ha definito i firmatari "coraggiosi" e ha elogiato la lettera. "L'ho trovata bellissima", ha detto l'attore intervenuto telefonicamente all'emittente Rtl.

Nuova ondata di rabbia

La scorsa settimana il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato che Depardieu era diventato l'obiettivo di una "caccia all'uomo", mentre la sua famiglia ha denunciato una "cospirazione senza precedenti" contro di lui. Gli attivisti per i diritti delle donne hanno denunciato i commenti di Macron come un insulto a tutte le donne che hanno subito violenza sessuale.

"Lo stupro fa parte del 'lavoro' quando è prodotto da un artista?". Sandrine Rousseau, parlamentare e femminista francese, ha commentato su X (ex Twitter).

Il ministro della Cultura Rima Abdul Malak ha dichiarato che l'attore potrebbe essere privato della Legion d'Onore, il massimo riconoscimento del Paese.

Emmanuelle Dancourt, responsabile di MeTooMedias, un'associazione che si batte contro la violenza sessuale nei media e nella società francese, si è detta "rattristata" e "sconvolta". Ma ha anche aggiunto di capire come si sono sentiti i firmatari della lettera, osservando che le persone accusate di cattiva condotta sono spesso proprio le persone che conosciamo e a cui teniamo.

Depardieu è stato protagonista di una serie di scandali nel corso degli anni, tra cui risse in pubblico e guida in stato di ebbrezza, oltre ad aver urinato nella cabina di un aereo. Ha elogiato apertamente il presidente russo Vladimir Putin e ha un passaporto russo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ancora un'accusa di stupro per l'attore francese Gérard Depardieu

L'attore francese Gérard Depardieu deve affrontare nuove accuse di violenza sessuale

Gerard Depardieu di nuovo indagato per stupro. L'attore: "sono innocente"