Cosa dobbiamo fare dell'albero di Natale una volta finite le feste

Albero di Natale in piazza
Albero di Natale in piazza Diritti d'autore Ahn Young-joon/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Archiviato il Natale, è necessario pensare a smaltire l'albero, vero o falso che sia: dai servizi di nettezza urbana agli ecocentri, tutte le soluzioni ecosostenibili

PUBBLICITÀ

Spesso vince la competizione natalizia che si innesca col presepe e, infatti, secondo Coldiretti, l'albero naturale di Natale ha trovato spazio quest'anno nelle case di 3,5 milioni di famiglie italiane, mentre il 65% ricicla l'albero di plastica dell'anno precedente o ne compra uno nuovo. 

Ma la fascinazione che coglie grandi e piccoli sotto le feste è destinata a svanire dopo il 6 gennaio.

Il problema, non solo in Italia, è legato allo smaltimento degli alberi di Natale, veri o fake che siano.

Il caso della Romania è emblematico di come non si deve fare.

Nelle feste degli abeti in Romania, prima di Natale, i prezzi possono raggiungere i 400 lei (circa 80 euro), a seconda della grandezza dell'albero.

A Bucarest, già adesso, si possono vedere alberi di Natale non venduti, abbandonati dai commercianti del mercato. Molti passanti si sono aggiudicati, gratuitamente, seppure in ritardo sui tempi, le piante di Natale che non potevano essere vendute.

L'attenzione nei confronti dell'ambiente imporrebbe che, terminata la festa, lo smaltimento sia incentrato su soluzioni ecologiche. In Romania non è ancora così: gli alberi di Natale sono spesso lasciati nelle strade. 

Come smaltire l'albero vero di Natale

Se l'albero è vero, è possibile gestire la pianta in diversi modi.

In alcuni casi il vivaio o il commerciante che ha venduto l'albero lo recupera al termine delle feste natalizie.

In alternativa, è consigliabile rivolgersi al comune di residenza per il ritiro. 

Una possibilità è quella di gettare l'albero nei contenitori per rifiuti biodegradabili, informandosi preventivamente sulle regole del Comune di residenza. In ogni caso, la pianta deve essere tagliata in pezzi piccoli. Se non c'è la possibilità di farlo, è meglio rivolgersi al servizio di nettezza urbana o portarli in un centro di raccolta.

Nel mese di gennaio diverse amministrazioni ritirano gli alberi che vengoo poi trasforati in compost. 

Il fai da te e il pollice verde hanno convinto molti a tenersi gli alberi per triturarli e utilizzarli come pacciame di corteccia in giardino. Gli alberi di Natale possono essere utilizzati anche come cibo per animali: vale la pensa informarsi su eventuali esigenze di allevamenti, fattorie o zoo.

Cosa fare con un albero sintetico

In Italia sono circa 5 milioni gli alberi di Natale sintetici, molti dei quali riutilizzati per più edizioni della festa.
Se la taglia della pianta finta è piccola, è possibile smaltire l'articolo nell'indifferenziata o nella plastica, non prima di aver avuto contattato il proprio Comune per un aggiornamento sulle modalità di smaltimento.
Gli alberi più grandi vanno invece portati all'isola ecologia dove verranno riciclati, in tutto o in parte.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Natale ortodosso: celebrazioni da Mosca a Betlemme

Al via le celebrazioni del Natale ortodosso: perché cade il 7 gennaio

Lotteria Italia: attesa per l'estrazione, venduti oltre 6,7 milioni di biglietti