EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Sparatoria a Praga: lutto nazionale in Repubblica Ceca, bandiere a mezz'asta e minuto di silenzio

Candele per le vittime a Praga
Candele per le vittime a Praga Diritti d'autore Petr David Josek/AP
Diritti d'autore Petr David Josek/AP
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Lutto nazionale in Repubblica Ceca per onorare le vittime della più grave sparatoria di massa nel Paese. Le autorità hanno rivelato alcuni nomi delle 14 persone uccise dal 24enne David Kozak

PUBBLICITÀ

La Repubblica Ceca si è fermata a mezzogiorno di sabato 23 dicembre, quando la popolazione di tutto il Paese ha osservato un minuto di silenzio per onorare le vittime della sparatoria di massa all'Università Carlo di Praga. Durante l'aggressione, avvenuta giovedì all'interno della Facoltà di Lettere e Filosofia, il 24enne David Kozak ha ucciso 14 persone e ne ha ferite 25 prima di suicidarsi. Secondo le autorità, prima dell'attentato all'Università, il killer ha ucciso suo padre durante la mattina dello stesso giorno e la settimana scorsa un uomo e sua figliain un parco non lontano dalla capitale.

Celebrata una messa in memoria delle vittime a Praga

Le bandiere nazionali sugli edifici pubblici erano a mezz'asta e le campane hanno suonato a mezzogiorno. Nella cattedrale di San Vito a Praga, la più grande del Paese, è stata celebrata una messa in memoria delle vittime. Il presidente Petr Pavel e gli oratori di entrambe le camere del Parlamento hanno partecipato alla funzione, aperta a tutti.

Chiusi i mercatini di Natale in Repubblica Ceca

Simili funzioni religiose si sono tenute in altre città e paesi, mentre i mercatini di Natale in diverse località sono stati chiusi o hanno ridotto i loro programmi a causa del rafforzamento delle misure di sicurezza. Studenti in lacrime hanno acceso migliaia di candele in memoriali improvvisati presso la Facoltà di Lettere e la sede dell'Università nelle vicinanze.

Diffusi alcuni nomi delle vittime della sparatoria all'Università

I nomi delle 14 persone morte non sono stati ancora resi tutti noti. L'Università ha confermato che tra loro c'erano anche due membri del personale, tra cui la direttrice dell'Istituto di scienze musicali, Lenka Hlávková. Uccisa anche una studentessa del primo anno, Lucie Spindlerova, ha dichiarato il quotidiano Lidove noviny, dove la ragazza lavorava.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Repubblica Ceca, scontro tra treno veloce e camion: un morto e 19 feriti

Una 14enne va a scuola con un fucile, spara sui compagni e si uccide: tragedia in Russia, due morti

Gaza, non si fermano le proteste: a Tel Aviv per gli ostaggi, a Los Angeles contro l'università