EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Polonia, le reazioni ai licenziamenti dei vertici dei media di Stato

Il primo ministro polacco Donald Tusk
Il primo ministro polacco Donald Tusk Diritti d'autore Virginia Mayo/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Virginia Mayo/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La decisione di Donald Tusk ha l'obiettivo di ripristinare l'imparzialità dell'informazione dopo gli anni al governo di Diritto e Giustizia

PUBBLICITÀ

A neanche dieci giorni dall'insediamento di Donald Tusk, il 21 dicembre il ministero della Cultura polacco ha annunciato il licenziamento di dirigenti di televisioni, radio e agenzie di stampa pubbliche, con l’obiettivo di ripristinare "l’imparzialità e l’affidabilità dei media pubblici" dopo la fine del lungo governo semiautoritario del partito di estrema destra Diritto e Giustizia.

Licenziati i dirigenti della televisione pubblica TVP, della radio Polskie Radio e quelli dell’agenzia di stampa pubblica Polska Agencja Prasowa (PAP): tutti media che secondo il governo nel corso degli ultimi anni si erano trasformati nei principali strumenti di propaganda di Diritto e Giustizia, che ha governato dal 2015 fino allo scorso ottobre trasformando la Polonia in un paese semi-autoritario, con forti limitazioni dell’indipendenza della magistratura e dei media e drastiche riduzioni nei diritti civili di donne, minoranze e stranieri.

Proteste in piazza contro la decisione del governo di Tusk

Non si sono fatte attendere le reazioni alla decisione del governo di Tusk, sia da parte di politici che dai cittadini, in un Paese dove la maggior parte della popolazione si informa proprio attraverso la tv. Già nella notte tra il 19 e il 20 dicembre alcuni esponenti del partito Diritto e Giustizia, incluso il presidente Jaroslaw Kaczynski, hanno organizzato una protesta presso la sede di TVP a Varsavia, lasciando l'edificio solo nelle prime ore del mattino.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Donald Tusk giura come primo ministro della Polonia, il primo passo sarà ricucire i legami con l'Ue

Discorso di Tusk per una Polonia progressista: interrotto da attacco antisemita

Elezioni europee: Tusk invita i polacchi a votare, "Ue unico modo per evitare la guerra"