Nuova Zelanda: il governo di Luxon lancia un assist all'industria del tabacco

Il premier della Nuova Zelanda Christopher Luxon
Il premier della Nuova Zelanda Christopher Luxon Diritti d'autore HANDOUT/AFP or licensors
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Una delle prime misure annunciate dal governo della Nuova Zelanda è quella di revocare le leggi antifumo approvate lo scorso anno dal precedente governo di Jacinda Ardern.

PUBBLICITÀ

Il nuovo governo neozelandese si è insediato lunedì e una delle prime misure annunciate è quella di revocare le leggi antifumo approvate lo scorso anno dal precedente governo di Jacinda Ardern.

Il nuovo esecutivo è il risultato di una coalizione guidata dal conservatore Christopher Luxon e, dopo il suo insediamento, la priorità sarà quella di rimettere in moto l'economia.

Il governo si riunisce martedì con l'obiettivo di attuare un piano di 100 giorni, che dovrebbe includere l'inversione di alcune delle politiche antinicotina, in quella che viene vista come una vittoria per l'industria del tabacco.

Nell'ambito dell'accordo di coalizione, Luxon ha anche promesso di ridurre le tasse e di formare 500 agenti di polizia in più entro due anni.

Nell'elenco di priorità la riduzione della burocrazia governativa, compreso un taglio del 6,5% al servizio pubblico.

Luxon ha detto che spetterà ai direttori dei ministeri decidere come effettuare i tagli, interrompendo i programmi, non occupando i posti vacanti o licenziando una parte dei lavoratori.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nuova Zelanda: attivista per il clima rischia 10 anni di carcere

Nuova Zelanda, lascia la premier laburista Jacinta Ardern

Capodanno: la Nuova Zelanda celebra l'arrivo del 2024, fuochi d'artificio a Auckland